Emma Watson è la prima vincitrice “genderless” degli Mtv Movie Tv Awards

Un momento veramente d’oro per Emma Watson: dopo che il colossal in cui ha recitato ha superato il miliardo di dollari d’incassi in tutto il mondo, nelle scorse ore è stata premiata agli MTV Movie Awards 2017, proprio per la sua interpretazione di Belle, la dolce ragazza divoratrice di libri che finirà per innamorarsi della Bestia, nel live action di Disney.

Per la prima volta il riconoscimento non fa distinzioni di genere tra attori e attrici, ma viene attribuito all’interprete considerato più bravo in assoluto.

Il discorso di Emma nel ricevere il premio ha colpito nel segno, perché incentrato proprio sul mancato genere: «Sento di dover dire qualcosa a proposito di questo premio, il primo premio nella storia che non distingue i nominati per il loro sesso. La mossa di MTV di creare un premio senza distinzioni di genere per me significa che recitare vuol dire sapersi mettere nei panni di qualcun altro e che questo non ha bisogno di essere diviso in categorie. L’empatia e la capacità di utilizzare la propria immaginazione non dovrebbero avere limiti. Questo è molto importante per me, sia aver vinto questo premio che riceverlo da voi in modo così affettuoso e amorevole. Grazie mille».

Già ambasciatrice di Un Women, l’organizzazione delle Nazioni Unite che si occupa della parità di genere, l’attrice ha quindi tenuto un discorso su ciò che il personaggio di Belle ha significato per gli spettatori.

“Gli abitanti del villaggio nella favola volevano far credere a Belle che il mondo fosse più piccolo di come lo vedeva lei, con meno opportunità per lei, che la sua curiosità e passione per la conoscenza e il suo desiderio di aver di più dalla vita fossero le basi dell’isolamento. Ho amato interpretare qualcuno che non ha dato ascolto a nulla di tutto ciò”, ha dichiarato.

“Mi è piaciuto interpretare qualcuno che ha desiderio di conoscenza, che vuole avere di più dalla vita. Sono così orgogliosa di essere parte di un film che celebra la diversità, l’alfabetizzazione, l’inclusione, la gioia e l’amore. Non potrò mai ringraziare abbastanza chi mi ha votato e chi mi ha dato questa opportunità”, ha concluso.

Nella cerimonia della consegna dei riconoscimenti a Los Angeles, l’emittente nata negli anni Ottanta come “tutto musica”, ha attribuito anche un premio al miglior attore “gender neutral” per la televisione: è andato alla tredicenne Millie Bobby Brown, la “Eleven” di Stranger Things.

Potrebbero interessarti

Michael Bublè: se Psy ha successo io non capisco niente di musica

Proprio in questi giorni è online la nuova hit del famoso dj…

Serena Williams stupenda in bikini giallo

Lei è davvero molto attiva sui social, spesso la vediamo condividere sul…

Lena Dunham si schiera apertamente contro Photoshop

Le ragazzine, e anche moltissime donne, sognano di avere il corpo perfetto…

Blake Lively in dolce attesa per la seconda volta

Bella e alla moda lo è sempre, ma ormai la sua vita…