Enel, 3mila assunzioni giovani e 6mila lavoratori in pensione

Redazione

Enel, la famosa ditta di energia elettrica e gas, ha firmato un accordo con il sindacato per cui seimila lavoratori potranno andare in prepensionamento; il progetto discusso questa notte è di enorme portata e durerà cinque anni; in questo arco di tempo la società pagherà circa un miliardo di euro pe portare a termine il suo obiettivo: rinnovare l’azienda e dare spazio ai giovani lavoratori.

Proprio grazie al pensionamento di tutti gli over sessanta che attualmente fanno parte dei 68mila dipendenti Enel, oltre tremila giovani verranno assunti nel quinquennio: “l’intesa prevede l’accompagnamento alla pensione anticipata per circa 6mila lavoratori nell’arco dei prossimi cinque anni (2016-2020), secondo quanto previsto dall’art.4 della legge Fornero, e il contestuale inserimento al lavoro per 3mila giovani”.

Recita la nota dell’accordo stipulato con il sindacato, che continua così: “L’intesa riconferma poi l’accordo sull’apprendistato in alternanza scuola-lavoro che, fino ad oggi, ha già consentito a 145 giovani delle scuole superiori di arricchire il percorso di studi con una concreta esperienza lavorativa e possibilità di assunzione nel Gruppo Enel”.

Per quanto riguarda i lavoratori che andranno in questi anni in pensione, l’accordo raggiuto prevede anche una “clausola di salvaguardia” per tutelare gli ex dipendenti da possibili modifiche dell’attuale legge Fornero.

Next Post

Macedonia, barriera al confine greco per impedire accesso ai migranti

La Macedonia sta prendendo delle misure restrittive nei confronti dei migranti che si affollano al confine: al margine con la Grecia, i militari macedoni stanno costruendo un’enorme barriera in metallo alta due metri e mezzo per impedire il flusso di rifugiati che vogliono percorrere la “rotta balcanica”; il loro obiettivo […]
macedonia blocca frontiere