Enrico Gasperini, la morte del genio del digitale
Enrico Gasperini, la morte di un genio del digitale

Ci ha lasciato improvvisamente Enrico Gasperini, Presidente di Audiweb e genio italiano del digitale.

Verrebbe da dire che ci ha lasciato “improvvisamente” e “troppo presto”. Ma esiste davvero un tempo in cui la dipartita di una persona diventa più accettabile?

Certo, morire a 53 anni, l’età di Enrico Gasperini, è ingiusto e quasi inconcepibile per la nostra mente, ma davvero se Enrico ci avesse lasciato a 80, sarebbe stato diverso?

No, affatto. Quando muore un genio, il mondo rimane sempre più povero. Ed Enrico Gasperino avrebbe lasciato in qualsiasi momento un vuoto incolmabile.

Quando ancora non esisteva il Web e Google non era nemmeno nei pensieri dei cervelloni di Mountain View, Enrico appena laureato in Scienze dell’Informazione presso l’Università di Milano, fondava Inferentia. Ed è qui che si vede il genio.

La differenza fra un uomo di cultura e un genio sta nell’intuizione. E Gasperini intuì in tempi non sospetti che il futuro era nella cultura digitale.

La rete era pressoché sconosciuta alla massa ma Gasperini già aveva pronto il suo piano per offrire servizi digitali e fare comunicazione pubblicitaria e marketing. Nel 2004 è pronto per lanciare Digital Magics.

L’investment company nel 2008 diventa un incubatore aziendale di startup innovative digitali scelte fra quelle che propongono prodotti, idee e progetti alto valore tecnologico.

Nel 2007 Gasperini crea e diventa presidente di Audiweb, l’ente che certifica l’audience dei siti per editori, investitori pubblicitari, centri media.

Intanto Digital Magics va a gonfie vele e nel 2013 annuncia il progetto di quotazione al Mercato Alternativo del Capitale di Borsa Italiana (AIM) dedicato alle piccole e medie imprese italiane.

A fine luglio 2013, la società entra in Borsa. Poi investe in Talent Garden dell’imprenditore ventiquattrenne Davide Dattoli.

A marzo 2015 Talent Garden, che si attesta come il più grande network di coworking europeo focalizzato sul digitale e Digital Magics firmano una partnership per creare una filiera dell’innovazione italiana che ha l’obiettivo di porsi come riferimento europeo per lo sviluppo dell’ecosistema.

Insomma, su questo genio del digitale ci sarebbe davvero tanto da dire ancora. Solo 53 anni ma vissuti appieno.

Una vita dedicata alla comunicazione del terzo millennio. Grazie a Enrico per quanto ha fatto e per l’eredità che ha voluto lasciarci.

Lo salutiamo con il timore reverenziale che si deve ai grandi, mentre ci stringiamo alla sua famiglia in questo triste momento.

I funerali di Enrico Gasperini si svolgeranno a Santa Barbara di Metanopoli (Milano) sabato 7 novembre alle ore 15.

Loading...
Potrebbero interessarti

Bleep la chat che non si fa spiare

BitTorrent ha lanciato una chat davvero molto interessante e sicuramente unica nel…

Facebook, video in diretta in 6 passaggi

Facebook ci offre anche la possibilità di condividere video in diretta. Ecco…