Esodati colpiti e affondati, Mef scippa 500 milioni al fondo
Esodati colpiti e affondati, Mef scippa 500 milioni al fondo

Non c’è pace per gli esodati: adesso arriva lo stop del Mef – Ministero dell’Economia e Finanze – sulla VII clausola di salvaguardia che riguarda i lavoratori che si erano licenziati in anticipo previo accordo con i datori di lavoro.

Il Mef fa sapere senza mezze misure che le risorse non utilizzate destinate a risanare la situazione degli esodati sono rientrate nelle casse dello Stato.

Il presidente della commissione Lavoro della Camera, Cesare Damiano, esce infuriato dall’incontro a Montecitorio con Ragioneria, Ministero del Lavoro e Inps su opzione donna e salvaguardia dicendo che lo “scippo” del Mef è inaccettabile che “le risorse del fondo ad hoc non spese nel 2013-2014, ovvero 500 milioni di euro siano andate perdute in quanto inglobate dalla Tesoreria”.

“Se dovesse prevalere la linea restrittiva del Mef – ha dichiarato Cesare Damiano – sarebbe qualcosa di inaccettabile. La questione diventa politica e va affrontata a livello di ministri competenti”.

A quanto pare sono finiti nella Tesoreria anche i fondi per estendere oltre il 2015 la cosiddetta “Opzione donna”, ossia la possibilità offerta dall’INPS alle lavoratrici di ottenere l’accesso anticipato alla pensione passando al calcolo contributivo.

Tutto questo capita per un erroneo calcolo delle coperture da parte dell’INPS che aveva stimato una cifra pari a due miliardi di euro fino al 2023.

Secondo Damiano tale “cifra è esagerata perché probabilmente calcolata su una platea più ampia di quella reale”.

Per il Presidente della Commissione, inoltre, “l’anticipo a 57 anni con 35 di contributi con il ricalcolo tutto contributivo dell’assegno non abbia bisogno di alcuna copertura”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Draghi scommette sulla crescita economica

Secondo il Presidente della BCE Mario Draghi, la crescita economica sta tornando.…

Sanità, ora bisogna recuperare tutti gli “arretrati”

In queste settimane la sanità pubblica si è occupata, con tutti i…