Eterologa, violata la privacy dei donatori

Una vicenda complessa, che ha già alzato un polverone e che rischia di coinvolgere in prima persona il Ministero, accusato di essere a conoscenza della grave violazione della privacy attuata.

L’Italia ha infatti violato l’anonimato dei donatori di gameti per la fecondazione eterologa: astabilirlo il Garante per la protezione dei dati personali che, rispondendo ad una segnalazione dell’Associazione Luca Coscioni, ha accertato che la violazione c’è stata da aprile a fine giugno 2015 e ”sta valutando le sanzioni amministrative da applicare”.

«Lo scorso aprile il Cnt ha chiesto a Regioni e Centri di mandare tramite fax dei dati in chiaro dei donatori e quelli della circonferenza cranica e malformazioni dei nati da eterologa», riferisce il segretario dell’associazione Coscioni, Filomena Gallo. «Questo nonostante la Legge 40 sulla procreazione assistita – continua – preveda che i donatori siano anonimi ed i loro dati criptati e che lo stesso garante nel 2005 abbia stabilito che non possono essere creati registri speciali dei nati».

L’Associazione Coscioni ha di conseguenza chiesto al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, le dimissioni del direttore del Centro nazionale trapianti (Cnt), Nanni Costa, responsabile del Registro dei donatori, perché avrebbe commesso più violazioni.

Loading...
Potrebbero interessarti

Cheesecake yogurt e frutta, preparazione, calorie a porzione

Il dolce che vogliamo suggerire oggi è il cheesecake yogurt e frutta.…

Nutrito solo con latte di mandorla, neonato prende lo scorbuto

Non è la prima volta, in Italia come nel resto del mondo,…