Facebook, basta noiosi inviti a giocare: Zuckerberg ci salverà

Eleonora Gitto

Finalmente Mark Zuckerberg, prendendo finalmente atto che la montagna di notifiche e di inviti a giocare su Facebook stanno diventando una vera persecuzione, ha annunciato che farà di tutto per salvarci.

Il fondatore del social blu Mark Zuckerberg, nel corso di un incontro a Nuova Delhi ha annunciato la lieta novella: intende salvarci dalla moltitudine di notifiche e inviti a giocare a Candy Crush, Mafia Wars, FarmVille e chi più ne ha, più ne metta.

Tutte quelle applicazioni che girano su Facebook e che spediscono in automatico notifiche, sono diventate insopportabili.

Ma chi gioca ottiene benefit se invita i contatti a partecipare, perciò, ogni giorno gli inviti si moltiplicano.

E non serve a nulla scrivere disperati sulle proprie bacheche “Io non gioco, per favore non inviate inviti”, tanto questi disperati appelli non li legge nessuno.

Il problema così diventa così serio, che per qualcuno sarebbe più sopportabile vivere senza Facebook che non convivere con continui e pressanti inviti che non si sa come evitare.

E a Menlo Park sembra che non abbiamo ben inteso quanto grande stia diventando il problema.

La prova? Quando all’Istituto indiano di tecnologia Zuck, a Zuckerberg è stata posta una domanda specifica su questo, il padre di Facebook ne è rimasto spiazzato e ha risposto senza la solita baldanza che “al momento non è una nostra priorità ma se davvero è così urgente per gli utenti, allora faremo qualcosa”.

Sarà davvero così? Staremo a vedere.

Next Post

Caso Varoufakis, Rai: niente più compensi ai politici

Caso Varoufakis, in Rai la decisione è “niente più compensi ai politici”. L’ex ministro Varoufakis, il vanesio luogotenente di Alexis Tsipras, aveva percepito ben 24.000 euro per partecipare ala trasmissione di Fabio Fazio “Che tempo che fa” per una ventina di minuti. E il bello è che l’uomo dell’ultrasinistra, o […]
Caso Varoufakis, Rai niente più compensi ai politici