Facebook e la realtà virtuale

Nel corso della conferenza annuale dedicata agli sviluppatori, l’F8 in corso a San Francisco, Facebook ha mostrato le novità che metterà in campo in futuro. La novità più coinvolgente (è il caso di dirlo) è l’introduzione della realtà aumentata nel social network, tramite gli Oculus Rift e degli speciali controller, grazie ai quali gli utenti saranno in grado di interagire tra loro tramite i propri avatar.

Nel corso della presentazione un ingegnere ha indossato il casco Oculus Rift, ed ha contattato un suo collega a decine di chilometri di distanza, entrambi si sono “incontrati” a Londra, vicino Westminster. I loro avatar hanno viso e mani, comandate dai controller. In quello scenario virtuale i due possono guardare la folla sul ponte del Tamigi, chiacchierare con la loro stessa voce, come se fossero realmente in quel posto ed addirittura tirare fuori il bastone dei selfie virtuale per realizzare un autoscatto mentre sorridono, fanno smorfie o si atteggiano in una qualsiasi espressione facciale. In più hanno la possibilità personalizzare la loro immagine a vicenda, grazie a un cestino di pastelli che permette loro di disegnare accessori come una cravatta o scarabocchiare lo sfondo.

Sarà sicuramente un modo divertente per interagire con i propri cari, ma non servirà solo per gioco: un’interazione di questo genere porta un livello di autenticità nelle conversazioni di gran lunga superiore alla semplice chat: dietro lo schermo di un pc una persona può inviare una faccina che ride rimanendo completamente seria, mentre con la realtà aumentata saranno realmente visibili le proprie espressioni facciali. Negli uffici di Menlo Park hanno formato un team ad hoc per questo tipo di applicazioni che “hanno il potenziale di essere più sociale di ogni altra piattaforma“.

Loading...
Potrebbero interessarti

Social network, gli adolescenti vi accedono da smartphone

In Italia il leader indiscusso per l’accesso alla rete da parte dei…

Galassie Peter Pan, scovate15mila radiogalassie con buchi neri supermassicci

Scovate una miriade di radiogalassie con buchi neri supermassicci: sono circa 15mila le “galassie…