Facebook, Zuckerberg vuole pagarci i post che pubblichiamo
Facebook, Zuckerberg vuole pagarci i post che pubblichiamo

Mark Zuckerberg non finisce di stupirci: presto potrebbe farci guadagnare con i post che pubblichiamo su Facebook.

Non più un passatempo inutile, da domani Facebook potrebbe diventare una fonte di guadagno.

E così i cervelloni del social del buon Mark si inventano una misura anti-crisi destinata a trasformare il social blu da ludico a indispensabile. Una bella mossa che accontenta proprio tutti.

Accontenta Facebook che così si candida a diventare imperatore incontrastato dei social e fa felice gli utenti che potrebbero guadagnare divertendosi.

I rumors sulle intenzioni di Facebook si sono scatenati dopo che su The Verge è stato pubblicato un sondaggio.

La prima domanda era questa: “Considerando le seguenti opzioni per promuovere una causa o guadagnare denaro sfruttando la tua presenza online, a quale sei interessato?”.

Poi, sempre sul giornale online statunitense, si sono formulate diverse ipotesi sui meccanismi che Facebook potrebbe utilizzare per farci guadagnare.

Fra questi sono stati menzionati “tip jar”, un barattolo virtuale in cui i fan possono versare denaro come accade nei nostri bar; “Branded Content” con cui “ricevere denaro quando posti per dei marchi con cui hai un accordo di sponsorizzazione”.

E poi ancora un “Call to action botton”, un pulsante da inserire nei post per vendere i biglietti di un evento o spingere a iscriversi a un determinato servizio.

Infine, troviamo il “Revenue sharing” attraverso il quale è possibile ricevere parte degli introiti pubblicitari che si guadagnano con i post pubblicati.

Insomma anche Facebook come ha già fatto YouTube, punta sulla condivisione dei guadagni con gli utenti per aumentare a dismisura il suo successo.

Loading...
Potrebbero interessarti

Runtastic, app per gli amanti dello sport acquistata da Adidas

Per i pochi che non la conoscessero,  Runtastic è la nota app…

Samsung Galaxy S8, lo smartphone del riscatto

Cresce la curiosità intorno al Samsung Galaxy S8 che per il colosso…