Fedez e Libero botta, risposta e risarcimenti

Redazione

Nei giorni scorsi si è parlato del rapper Fedez per il suo cambio di programma al Grand Hotel Chiambretti, per alcune ragioni legate alle troppe modifiche della puntata, il cantante ha ritenuto opportuno non parteciparvi.

Oggi invece sul web si è allargata a macchia d’olio la battaglia tra Fedez e la cattiva stampa, in particolar modo quella del giornale “Libero”, legati ai fatti accaduti alla manifestazione No-Expo e agli scontri dei Black Bloc per le strade di Milano.

Il rapper aveva espresso il suo disappunto ed aveva utilizzato i social per esprimere un suo pensiero, con la frase “La vernice indigna più della mafia”, poi precisando ulteriormente ha voluto chiarire la sua posizione con un altro messaggio “Mai esaltata la violenza”, in merito agli scontri di Milano.

La vicenda evidentemente non si è fermata qui, perché secondo il giornale “Libero”, il rapper avrebbe dato mandato ai suoi avvocati per un risarcimento per la “campagna denigratoria” nei suoi confronti, condotta proprio dal giornale.

Tra i primi giornalisti coinvolti nella causa di Fedez ci sarebbe proprio Filippo Facci, una delle prime firme, la notizia è stata data proprio da Libero, che ha aggiunto in un articolo “Fedez parla di libertà d’espressione e querela. Non per onore, per soldi”.

Immediata la replica del rapper che ha voluto ancora una volta precisare attraverso il suo profilo Twitter, scrivendo: “Accusarmi d’istigazione alla violenza e asserire di volermi dare schiaffi è libertà? I soldi li darà in beneficenza”.

Next Post

Chiede torta con Little Pony, ma trova Little Tony

Una bambina aveva chiesto ai suoi genitori, come regalo per il suo nono compleanno, quello di poter avere una torta del suo cartone animato preferito, i Little Pony. Quando è arrivato il momento di spegnere le candeline ha scartato la la torta, ma ha trovato un’altro personaggio, non certo un […]