Ferrara, Igor l’assassino è ancora introvabile

Eleonora Gitto

Ferrara, Igor “l’assassino” è ancora introvabile.

L’assassino, il killer spietato autore di rapine e di omicidi efferati nella zona del ferrarese, è ancora in fuga e non si riesce a trovare.

Gli inquirenti erano sicuri che stesse ancora in zona, in un’area di circa 40 chilometri quadrati, nella zona fra Argenta e Molinella.

Nel frattempo la vedova Fabbri, il barista di Budrio ferocemente assassinato, ha riaperto il bar, e dice che lo ha fatto solo per il marito.

E sono stati celebrati i funerali della guardia volontaria Valerio Verri, la cui salma è stata accompagnata da un lungo corteo di parenti, amici e uomini in uniforme.

In giro dicono che Igor sia ferito e che abbia con sé comunque un’arma con una trentina di pallottole. Conoscendo il tipo, non è certo uomo da farsi scrupoli.

Piuttosto che farsi catturare o arrendersi, con i precedenti che ha, certamente non esiterebbe a sparare di nuovo.

Ma se sta davvero ancora in quel fazzoletto di terreno, ha poche possibilità. Stanno setacciando casali, abitazioni isolate, sotto i ponti, in mezzo alle piante e da qualche parte deve pur essere.

A meno che non sia già all’estero, come qualcuno ipotizza.

Next Post

Pisa, bimbo di 5 anni ucciso da un wurstel

A Pisa muore un bimbo di 5 anni per aver mangiato un wurstel Tragedia a cena in una casa del Cascinese. Venerdì intorno alle 20 la famiglia era riunita a tavola, quando un pezzo di wurstel purtroppo si è infilato nella gola di un bambino senza masticazione. Il bimbo aveva […]
Pisa, bimbo di 5 anni ucciso da un wurstel