Ferrara, prosegue la fuga dell’assassino Igor

Eleonora Gitto

Ferrara, prosegue la fuga dell’assassino Igor.

Norbert Feher, alias Igor Vaclavic, il serbo assassino, è sempre in fuga e braccato.

Due omicidi efferati a suo carico, quello di Budrio e quello di Portomaggiore, entrambi per rapina.

Nelle campagne fra Ferrara, Bologna e Ravenna continua la caccia all’uomo.

Il Serbo dovrebbe essere ormai allo stremo delle forze, senza cibo e acqua, e probabilmente è anche ferito.

Ha con sé un’arma con una trentina di colpi utili, e i più pensano che la utilizzerà perché non sembra tipo da arrendersi.

A essere impegnati nella caccia sono circa 150 uomini, fra Cacciatori di Calabria, paracadutisti del Tuscania e le unità del Gis, il Gruppo Intervento Speciale. Tutta l’area è pattugliata e setacciata notte e giorno.

Casali abbandonati, rifugi di fortuna, capanni, ponti: non viene tralasciato nulla.

Durante le perlustrazioni sono stati trovati un paio di giacigli in mezzo all’erba che lasciano pensare Igor sia potuto riposare proprio là.

Ma le ricerche non si fermano solo a terra: sono in corso anche delle perlustrazioni dall’altro con appositi droni tecnologicamente molto avanzati, che montano telecamere in grado di visionare con un’altissima risoluzione.

Ormai dicono che è questione di ore, e forse è vero così.

Next Post

Genova invasa dai cinghiali: è allarme

Pure Genova è invasa dai cinghiali: è allarme. E così i cinghiali arrivano in grande stile pure nel capoluogo ligure. Questi splendidi animali si fanno coraggio e vanno a cercare cibo nei pressi dei cassonetti o in altri luoghi dove possono trovare qualcosa da mangiare. Ormai il fenomeno riguarda molte […]
Genova invasa dai cinghiali: è allarme