Flash mob al Campidoglio dei sostenitori di Ignazio Marino

Non è certo un periodo facile per Ignazio Marino, il primo cittadino capitolino che nelle ultime settimane, all’indomani dello scoppio dell’inchiesta denominata Mafia Capitale, si è ritrovato travolto da una marea di accuse: da più parti infatti sono arrivati gli inviti, spesso molto diretti, a dimettersi.

Persino il Premier Renzi non ha avuto belle parole per Marino, che ha dovuto nelle ultime ore far fronte anche alle dimissioni di alcuni consiglieri, che hanno lasciato la propria carica.

Marino finora ha sempre tenuto duro, sottolineando la volontà di portare a termine questa legislazione, e magari anche la prossima, e finalmente a suo supporto sono scesi i cittadini, i suoi sostenitori che credono ancora che il sindaco possa far del bene alla città.

“Io sto con Marino”: con questo slogan alcuni attivisti della Lista civica Marino, consiglieri dei municipi, alcuni circoli del Pd romano hanno dato vita a un flash mob in piazza del Campidoglio per sostenere il sindaco, mentre imperversa la bufera politica.

“Il sindaco deve andare avanti” hanno ripetuto come un mantra i manifestanti, arrivati da tutta la città. In piazza anche il deputato Pd Marco Miccoli, i consiglieri comunali Annamaria Cesaretti e Athos De Luca e il vice presidente dell’Assemblea Capitolina, Franco Marino

“Il Pd è l’unico partito in cui ho preso la tessera nella mia vita. Il Pd non sono solo le poche persone che in questa città ne hanno rovinato il nome e la fama.” Così Ignazio Marino, risponde ai suoi sostenitori che lo invitano ad andare avanti e non mollare il Pd. “Oggi questa è la ragione della mia vita. Io non mollo e ci rivediamo alle elezioni del 2018. La città ha deciso di andare avanti ed insieme andremo avanti fino al 2023″, ha aggiunto il Primo cittadino.

Loading...
Potrebbero interessarti

Boschi bacchetta De Luca per la Bindi

Maria Elena Boschi redarguisce il Governatore della Campania De Luca per le…

Arrestati funzionari del comune di Roma

5 funzionari pubblici, di cui 3 tecnici del Comune e 2 ispettori…