Genova, atti vandalici sfregiano quotidianamente la città

Eleonora Gitto

Gli atti vandalici sfregiano quotidianamente la città di Genova.

Si lamenta Pierluigi D’Angelo, Presidente dell’Associazione amministratori condominiali di Genova: “I casi di imbrattamento sono moltissimi e la pulizia costa. A questo si aggiunge il timore che ripristinare un muro possa trasformarsi in un invito ai writer o vandali che siano a tornare a sporcare”.

Ma c’è anche un altro problema: la pulizia sui palazzi vincolati come monumenti storici sarebbe obbligatoria.

Non solo, per fare un intervento, molto italianamente, ci vorrebbe il parere della Sovrintendenza dei Beni artistici e culturali.

Sul tema interviene Serena Bertolucci, direttrice del museo di Palazzo Reale in Via Balbi: “E’ vero, ma la Sovrintendenza deve essere vista anche come un ente che aiuta e consiglia, non solo come un controllore”.

“Bisognerebbe allargare il più possibile il fronte dell’educazione. Mi rendo conto che servono soldi, a volte tanti soldi, ma in ogni caso credo che non si debba esitare nel lavorare senza timori per tenere pulita la nostra città”.

“Chi la dura la vince: sui muri del nostro museo ci sono pochissimi graffiti”.

Ultimamente il Comune ha stanziato centomila euro per interventi sui muri privati, ma la regola resta quella della responsabilità dei proprietari.

Next Post

Jerry Lee Lewis cita la figlia in giudizio: si è approfittata di me

La leggenda del Rock N’ Roll, conosciuto come “The Killer”, Jerry Lee Lewis ha deciso di citare in giudizio la figlia Phoebe. Secondo quanto ricostruito dal Mirror, il cantante e pianista avrebbe deciso di citare in giudizio la figlia sostenendo che la stessa abbia abusato dei suoi soldi per anni, […]
jerry lee lewis cita in giudizio la figlia