George Michael, quando la morte è improvvisa e assurda

Eleonora Gitto

George Michael se n’è andato all’età di 53 anni: quando la morte è improvvisa e assurda.

Non si sa bene ancora se la causa della morte di George Michael sia stato un infarto o qualcos’altro.

Fatto sta che è morto all’improvviso proprio nel giorno di Natale, nella sua casa dell’Oxfordshire.

Il cantante era divenuto famoso per i suoi grandi successi, ma anche per la sua vita smodata, sregolata.

E questo è stato lo stesso Michael ad ammetterlo  quando nel 2007 ha parlato di episodi che hanno viziato la sua carriera, episodi fatti di scandali sessuali e abuso di stupefacenti.

Veniva considerato ricco di talento, bello, intelligente: insomma la personalità e il fascino non gli mancavano.

Aveva conquistato la fama col duo degli Wham, insieme al chitarrista Andrew Ridgley.

Ricordiamo, fra gli altri, i famosi brani Club Tropicana e, per ironia della sorte, il celeberrimo Last Christmas, proprio l’ultimo Natale.

Poi, nel 1987 si era messo da solo e aveva cominciato a vendere alla grande: è arrivato a oltre 100 milioni di dischi, sfornando successi come Faith e Careless Whisper.

Il suo vero nome era Georgios Kyriakos Panaytou, nato a Londra da madre inglese e padre cipriota.

Un gran successo, ma anche una vita molto difficile, consumata fra droga, arresti e sesso a go go.

Next Post

Orvieto, astronomia e jazz insieme per la cultura

Grande iniziativa a Orvieto, astronomia e jazz insieme per la cultura. Si muove l’Università delle Tre età di Orvieto a Palazzo Simoncelli, con due appuntamenti di livello, sia scientifico che musicale. Mercoledì 28 dicembre il protagonista sarà l’astrofisico Mario Dalmasso, dell’Osservatorio Astronomico di Torino, con un tema intrigante: Vacanze di […]
Orvieto, astronomia e jazz insieme per la cultura