Giacomo Urtis le scuse a Stefano Bettarini

Nonostante sia stato tra i primi concorrenti ad essere eliminato, nell’ambito di questa edizione dell’Isola dei Famosi, che si prepara a breve a incoronare il suo vincitore, Giacomo Urtis si è lasciato più volte intervistare, sparando a zero sugli altri concorrenti, e non solo.

Nel corso di un’intervista, il chirurgo dei vip se l’è presa anche con l’inviato speciale dall’Honduras, Stefano Bettarini, reo di farsi manipolare completamente dalla produzione del programma, e incapace di non far rimpiangere l’assenza di Alvin, inviato storico del reality.

Urtis però, intervistato da Giada Di Miceli durante il programma radiofonico Non succederà più, ci ha tenuto a rettificare quelle dichiarazioni, affermando che non era sua intenzione offendere Bettarini: “Per Bettarini, mi dispiace. L’avevo raccontato quando era a cena con un giornalista e avevo detto che Bettarini spiegava le cose e che poi ce le rispiegavano perché alcuni giochi sono molto complicati. Da là, è successo che la mia intervista è stata interpretata che Bettarini non sa spiegare”.

Dopo le scuse a Stefano, Urtis ha anche espresso il suo parere su alcuni dei naufraghi, cambiando però idea sul candidato alla vittoria finale.

“Moreno vuole vincere a tutti i costi. Lui è abituato a vincere, ha vinto Amici e, quindi, vuole vince anche l’Isola. Però vuole vincere, facendo i complottini. Moreno metteva zizzania, è un po’ perfido. Non è cattivo però è falso. L’offesa di Raz Degan alla moglie di Ceccherini? Raz non è il tipo che dice quelle cose. In queste puntate, non è mai uscita una volgarità da lui”, ha spiegato.

E se finora era certo che la vittoria andasse a Degan, ora: “Secondo me, potrebbe vincere Malena. Viene spinta molto. Quando si vuole fare pena al pubblico…”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Melissa Satta è salita in cattedra all’Università

Se qualche giorno fa era dovuta intervenire, attraverso i social network, per…

Jennifer Lawrence non riesco a trovare un uomo

Certo tutto è possibile, la vita riserva sempre delle sorprese, ma che…