Gigi D’Alessio: è tutto uno sciacallaggio mediatico

I giornali nelle ultime settimane hanno parlato spesso di lui e del suo dissesto economico: a leggere le principali riviste di gossip, è un miracolo che Gigi D’Alessio non viva già per strada, dopo aver accumulato debiti per diversi milioni di euro.

Se è vero che il cantante partenopeo ha avuto qualche problema, fidandosi per la gestione delle sue finanze e dei suoi investimenti di persone che alla fine si sono dimostrate poco oneste, la situazione non è affatto quella descritta dai cronisti, ed è stato lui stesso a volerlo ribadire, ospite di Domenica In.

Intervistato da Pippo Baudo, Gigi D’Alessio si è esibito al pianoforte, ha cantato le sue prime canzoni, ha parlato della sua infanzia, del rapporto col padre e della lunga gavetta.

Gigi ha parlato del suo amore per la compagna Anna Tatangelo, dedicandole “Un nuovo bacio”, poi ha anche parlato dei debiti che avrebbe contratto con Valeria Marini e con le banche per colpa di investimenti sbagliati.

“Quello che mi è successo è stato uno sciacallaggio mediatico, che inizialmente avevo anche ignorato. Questa storia risale a quattro o cinque anni fa. Io ho sempre cercato di aiutare gli altri. C’era la possibilità di riportare in Italia il marchio Lambretta e dare 3mila posti di lavoro al Sud. C’ho creduto tanto, come ho sempre creduto nell’amicizia. Ho fatto degli investimenti. Questa storia alla fine si è rivelata fallimentare. Oggi però purtroppo la notizia viene fatta girare e cambiata. Io sono un papà di quattro figli e a vedere scritte certe cose sul giornale sono rimato schifato”, ha spiegato.

Poi ha continuato: “anche la storia con Valeria Marini, raccontata sui giornali, è stata amplificatissima. I suoi soldi non erano un prestito ma un acconto. Era la moglie del mio ex socio Cottone. E quel giorno se li è fatti dare da Valeria. Sulle carte ha ragione, moralmente no. Poi bisogna vedere se nella vita vuoi far valere le carte o la moralità. Nonostante tutto sto restituendo questi soldi a Valeria, giustamente ha tirato fuori quei soldi. Io sono una persona che nella vita, delle cose, mi occupo non mi preoccupo. Io sono onesto e chi è onesto, nella vita delle cose si deve occupare non preoccupare. Preferirei che tanta gente si occupasse delle cose invece di stare su Internet a sputare odio gratuito. Se ci fossero più imprenditori vuol dire che si danno più posti di lavoro. Sai quanto amo la mia terra, so quanto soffre. A me questo sogno di dare tremila posti di lavoro era un sogno. La cosa fondamentale è credere in se stessi. Tutto sommato, anche quando suoi giornali è uscito “Gli hanno ipotecato le case”, le banche sono obbligate a fare così. Non è successo nessun crac, nessun disastro, stiamo bene e stiamo sereni. I soldi sono sporchi, dopo che li hai contati, la prima cosa che fai è andare a lavarti le mani”.

Next Post

Gianni Sperti: Paola Barale ci penso senza nessun rancore

Nella domenica pomeriggio di Mediaset, Gianni Sperti è stato ospite di Domenica Live e alla padrona di casa, Barbara D’Urso, si è confessato a tutto tondo, si è commosso assieme ai suoi nipotini e ha ripercorso la sua carriera artistica, senza dimenticare un pensiero per la sua ex moglie, senza […]