Giove e Venere in congiunzione, occhi al cielo all’alba

Eleonora Gitto

Giove e Venere, all’alba tutti con gli occhi al cielo per la meravigliosa congiunzione dei due pianeti.

Nelle primissime ore del mattino, nei pressi dell’alba, sarà possibile vedere i due pianeti in congiunzione.

Li abbiamo visti proprio ieri, ed è uno spettacolo splendido. A sud- est si vedono questi due corpi luminescenti in bella evidenza, anche quando l’alba già fa sentire il proprio soffio benevolo di luce.

La luce del sole non ce la fa a offuscare questa piccola meraviglia: un vivido ritaglio di universo.

Giove e Venere hanno raggiunto il massimo della loro vicinanza prospettica in data 26 di ottobre, e ora la distanza va sempre più dilatandosi.

Ma in realtà si tratta di movimenti impercettibili e potremo vederli sufficientemente vicini anche nei primi giorni di novembre.

Già a metà ottobre avevamo assistito a un’altra importante congiunzione, addirittura una congiunzione “pentastellata”, con Venere, Marte, Giove, Mercurio e anche la Luna in formazione, per uno spettacolo davvero indimenticabile.

Un pezzo consistente di sistema solare a far bella mostra di se stesso. Ma godiamoci ancora per qualche giorno la vicinanza fra l’austero Giove, padre padrone degli dei, e la della bellezza, Venere.

Può darsi che, se si avvicinano troppo, possa nascere, chissà, qualche asteroide.

Next Post

Bersani de profundis del Pd: isolato, inconsistente

Pierluigi Bersani sembra recitare il de profundis del Pd, d’altronde le sue parole sono chiare “isolato e inconsistente” questi gli aggettivi legati al partito, dunque quali potrebbero essere le motivazioni della crisi e le possibilità di risolvverasi: In un’intervista alla rivista di teoria politica Pandora, Bersani dice che “la crisi del […]
Bersani e il de profundis del Pd isolato, inconsistente