Google accusata di abuso di posizione dominante anche in Russia

Redazione

Secondo il Wall Street Journal, il quale cita un portavoce dell’autorità antitrust russo, La Federal Antimonopoly Service (Fas) starebbe per mettere Google sotto accusa per abuso di posizione dominante.

Non solo l’Europa quindi, anche India e adesso Russia contro Google. Le indagini di Mosca sulle pratiche di BigG riguardano la gestione delle applicazioni nel suo sistema operativo Android e hanno avuto inizio lo scorso febbraio. Google è accusata di “abuso di posizione dominante”, ma non di “pratiche concorrenziali scorrette”, ha spiegato la fonte russa al Wall Street Journal, il quale ha 10 giorni per formalizzare le accuse. Nel frattempo, un portavoce Google russo ha dichiarato sempre al quotidiano: “Non abbiamo ancora ricevuto la pronuncia. Quando ciò accadrà, la studieremo e determineremo i nostri prossimi passi”.

Tutto è cominciato da una segnalazione da parte di Yandex, che ha accusato Google di pratiche scorrette: alcuni produttori che avevano pre-installato le applicazioni Yandex nel 2014 avevano contattato l’azienda dicendo che non riuscivano più ad installare sulle piattaforme Android le applicazioni per le mappe o quelle per la ricerca sul web.

Ora il colosso di Mountain View rischia una multa il cui importo è da definire. BigG, dal canto suo, aveva dichiarato che i produttori “sono liberi di installare le app che vogliono e i consumatori hanno sempre il pieno controllo sulle app presenti sui loro dispositivi”.

Next Post

Il Segreto, anticipazioni mercoledì 16 settembre

Stasera come di consueto c’è l’appuntamento, nel preserale di Canale 5, con l’amatissima soap spagnola Il Segreto. Nell’episodio di stasera, mercoledì 16 settembre, ci saranno notizie positive per i nostri amati beniamini: in primis assisteremo alla scarcerazione di Gonzalo, rimasto in cella un paio di giorni, dopo essere stato smascherato […]