Happy Birthday, addio ai diritti d’autore

Pochi di noi in realtà lo sapevano, anche se l’abbiamo canticchiata decine di volte, ma fino ad oggi la celeberrima “Happy Birthday” era coperta da copyright, che è però appena stato giudicato illegittimo.

La casa editrice musicale americana Warner/Chappell Music dovrà quindi restituire i diritti d’autore riscossi sulla celeberrima “Happy Birthday to you” (“Tanti auguri a te”): questo è quanto deciso da un giudice federale di Los Angeles dopo la sentenza del 2015 che dichiarava non valido il copyright sulla melodia.

La causa era cominciata quando la società di produzione di un documentario a basso costo sulla storia della canzone aveva rifiutato di pagare i 1.500 dollari reclamati dall’editore per l’impiego del brano

“È una grande vittoria per il pubblico e per gli artisti che vogliono utilizzare “Happy Birthday to You” nei loro video e nella loro musica” ha commentato Daniel Schacht, legale dei ricorrenti.

Da ora in poi quindi cantare e usare il celebre motivetto “Tanti auguri a te” sarà lecito e libero a qualsiasi titolo e, al contempo, 14 milioni di dollari in royalties sono appena andati in fumo per Warner Chappell.

Next Post

Demi Lovato tra passato doloroso e futuro radioso

Il suo futuro appare a dir poco radioso, almeno professionalmente: non solo è un’apprezzata e molto amata interprete a livello internazionale, e adesso Demi Lovato è pronta a lanciare per il suo nuovo brano, Body Say, e lo farà in occasione del Future Now tour, insieme all’amico e collega Nick Jonas. […]