I Foo Fighters, dopo la strage di Parigi annullano il loro tour

Venerdì 13 novembre resterà per sempre una delle pagine più terribili della storia d’Europa, probabilmente la più sanguinosa e insensata dopo la fine del secondo conflitto mondiale.

Forti le reazioni provenienti da tutto il mondo, e i primi, nel campo musicale, a dare un segno fortissimo sono I Foo Fighters, gruppo rock americano, che hanno annunciato di aver annullato il proprio tour europeo in corso in questi giorni. Dopo aver suonato proprio venerdì a Bologna, la band di Dave Grohl doveva essere ieri a Torino, lunedì a Parigi e martedì a Lione.

“È con profondo rammarico e sincera preoccupazione per tutti coloro che si trovano a Parigi che siamo costretti ad annunciare la cancellazione del resto del tour. Alla luce di questa violenza senza senso, la chiusura delle frontiere e il lutto internazionale, non possiamo continuare in questo momento. Non c’è altro modo per dirlo. Tutto ciò è pazzesco e fa schifo. I nostri pensieri e le nostre preghiere sono con tutti coloro che sono stati colpiti o che hanno perso una persona cara”.

Tra l’altro, Dave Grohl aveva collaborato con gli Eagles of Death Metal, il gruppo che si stava esibendo al Bataclan di Parigi dove i terroristi hanno ucciso 70 persone, ed i cantanti sono riusciti a mettersi in salvo per un soffio.

Nelle prossime ore saranno comunicate le informazioni sul rimborso dei biglietti.

Next Post

Steven Spielberg presenta il suo quarto film storico con Tom Hanks

In Italia uscirà il prossimo 16 dicembre, ma già si preannuncia un film intenso e qualche critico si è azzardato a definirlo addirittura il film dell’anno: il trailer italiano ufficiale de Il Ponte delle Spie, il nuovo film di Steven Spielberg, ha fatto il suo debutto nel web, e già è cominciato […]