“Il Capitale Umano”, Paolo Virzì vola negli Usa e sogna l’Oscar

Dopo “La Grande Bellezza” un altro Oscar per l’Italia con “Il Capitale Umano”? Ci spera Paolo Virzì, anche se non si fa troppe illusioni né aspettative: “Sarà difficile. In gara ci sono 82 Paesi con film bellissimi. Cercheremo di non sfigurare, per ora le recensioni sono tutte molto buone”. Il regista è volato negli Stati Uniti, precisamente a New York, per promuovere l’uscita del film nelle sale statunitensi: “Sono a New York per fare promozione per Academy Awards e per la Film Movement. Il film è in sala in 45 paesi e l’India vuole persino acquistare i diritti per un remake”.

Il film ha avuto un grande successo ed è stato molto apprezzato in Italia. Secondo Virzì il motivo della fortuna della pellicola è da ricercare nel racconto di un’infelicità nascosta dal benessere, ma senza moralismi. Il regista vede molte somiglianze tra l’Italia e gli Stati Uniti: erano due paesi spensierati, invece adesso sono entrambi due paesi disperati.

“Il Capitale Umano” è stato bollato come film anti-Dolce Vita, ma Paolo Virzì rifiuta questa etichetta: “E’ indubbio che racconta il lato sinistro che si nasconde dietro il benessere, ma è un viaggio che attraversa diverse classi sociali, non solo l’alta borghesia, ma anche la media e il sottoproletario legate, tutte, dall’oppressione dei più giovani”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Maria De Filippi, quante stupidaggini dette su Amici

Negli ultimi anni, che si parli di programmi televisive o di uscite…

Paola Perego torna a condurre un programma in casa Rai

La celebre conduttrice, dopo essere riuscita a conquistarsi uno spazio tutto suo…