Il comizio di Salvini al Brancaccio

Matteo Salvini ha confermato il suo comizio al teatro Brancaccio tramite un post su Facebook: “Se siete stanchi del sinistro Marino, stanchi di degrado, illegalità e campi rom, stanchi di vivere in una città sporca e insicura, vi aspetto, insieme a tanti romani perbene, questa sera al teatro Brancaccio. Roma merita di meglio”.

Ha preferito evitare i manifestanti di Garbatella, eliminando la tappa allo storico quartiere di sinistra: “Alla Garbatella ci andrò. Magari senza 50 carabinieri in assetto antisommossa perché qualcuno decide dove si può o non si può andare. Magari ci vado dicendo dopo di esserci andato”.

Una folla di persone lo ha atteso fuori dal teatro e la zona circostante è stata presidiata dalle forze dell’ordine per l’intero corso del comizio, al fine di evitare eventuali contestazioni.

Il Leader della Lega prima di salire sul palco ha voluto indossare una maglietta nera con la scritta in giallo “Maró Liberi”.

Dopo pochi minuti dall’inizio del suo discorso ha condiviso un messaggio su Facebook:”Uno spettacolare teatro Brancaccio strapieno a Roma: 1.300 persone per preparare un futuro più tranquillo e sicuro, con più lavoro e meno clandestini, con più speranza e meno paura”.

In merito al futuro del centrodestra ha dichiarato:”Non mi metterei mai a capo di una armata brancaleone di centrodestra ma, in ogni caso, il leader della coalizione alternativa a Matteo Renzi lo dovranno scegliere le piazze d’Italia. Delle primarie con Berlusconi ne riparliamo il 2 giugno, dopo le regionali”, poi tocca il nodo del rimborso delle pensioni: “Domani mattina alle 11:30 vado davanti al ministero delle Finanze e fino a quando non mi danno una risposta mi stendo davanti all’ufficio del ministro Padoan”.

Poi incalza sul tema dell’immigrazione clandestina: “Affondare nei porti libici i barconi che poi trasporteranno gli immigrati significa fare un atto di guerra? Allora partiamo con l’atto di guerra”.

Salvini attacca anche il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, il quale giorni fa aveva proposto di far lavorare gratis nei Comuni i clandestini: “La cosa grave che ha detto Alfano è che l’Europa non permetterà mai che uno come Salvini governi l’Italia. Fino a prova contraria sono gli italiani a decidere chi governa l’Italia. Perché l’Europa? Perché hanno finalmente gettato la maschera”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Maltempo flagella la Sicilia, danni e allagamenti

Molti danni e allagamenti in Sicilia, flagellata dal maltempo. C’è stato un…

La Grecia crede in Tsipras ed è tripudio di no all’Europa

La giornata di ieri è stata quella decisiva per il destino della…