Il drago invisibile, San Lorenzo con il film targato Walt Disney 

Eleonora Gitto

Il drago invisibile, diretto da David Lowery, film prodotto da Walt Disney arriverà nelle sale italiane il giorno di San Lorenzo.

Il 10 agosto, dunque, grandi e piccoli potranno gustarsi la storia di Pete ed Elliot, l’enorme drago verde e…invisibile.

Effetti speciali e attori molto credibili, rendono avvincente questo film in cui realtà e immaginazione si confondono.

Nel cast ritroviamo Bryce Dallas Howard, Karl Urban, Robert Redford, Wes Bentley, Isiah Whitlock jr, Craig Hall, Oakes Fegley, Oona Laurence, Gareth Reeves e Phil Grieve.

Il protagonista del film, il bambino di nome Pete, perde i genitori e si ritrova in un fatto bosco dove è adottato dal drago verde che chiama Elliot per omaggiare il cagnolino protagonista del suo libro preferito.

Pete ed Elliott vagheranno insieme per le enormi foreste americane. Incontreranno molte comunità di boscaioli ma nessuno degli abitanti potrà vederli perché il drago può rendersi invisibile.

In questo girovagare i due si imbattono in Grace, una guardia forestale orfana di madre e figlia di un intagliatore da tempo immemore racconta ai bimbi del paese il suo incontro con un drago volante.

Grace riuscirà a vedere Pete e tenta di trascinarlo dentro il suo mondo “civile”.

Il drago invisibile è liberamente tratto dal film di Disney Elliot il drago invisibile del 1977. In effetti, di quel film, questo dj Lowery ne riscrive la storia rendendola più attuale.

Dietro la narrazione, e per tutta la durata del film, lo spettatore ha la chiara percezione che Elliott sia “invisibile” perché, in verità non esiste: è solo un amico immaginario inventato da Pete per annullare, rimuovere, superare il trauma della perdita dei genitori.

Next Post

Selena Gomez, guadagni milionari anche dai post sui social

Avete mai notato che negli ultimi tempi le star del mondo del cinema, della musica e dello spettacolo sono più attive che mai sui social network? Opinioni di ogni sorta, foto scattate in ogni dove, scatti intimi e personali pubblicati nascondono solo il desiderio di condividere la propria quotidianità coi […]