Il Movimento 5 stelle sarà l’arca di Noè per salvare l’Italia

Un autunno caldissimo, e non certo per le temperature: siamo ancora lontani dalle prossime elezioni, Matteo Renzi non sembra neppure intenzionato a lasciare la sua poltrona, eppure i suoi avversari politici sono in piena campagna elettorale.

Primo tra tutti, Beppe Grillo, che con il suo Movimento 5 stelle ne ha per tutto e tutti e non risparmia frecciate e attacchi diretti a destra e a manca, proponendosi come unica alternativa concreta al malcostume dilagante.

«Il Movimento 5 Stelle è la vera Arca di Noè, siamo la salvezza, non c’è altro», ha spiegato Beppe Grillo, parlando sul palco del raduno del suo movimento a Imola. «Noè costruiva l’arca quando era bel lo prendevano in giro. Noi siamo come lui, stiamo costruendo l’arca».

«La prima cosa da fare è eliminare la corruzione con l’onestà, mettere mano alla giustizia ed eliminare la prescrizione», gli fa eco Gianroberto Casaleggio rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano le prime tre cose da fare se il M5S andasse al governo. Poi, ha proseguito Casaleggio, «bisogna mettere persone oneste nelle amministrazioni scelte in base alla fedina penale. I sospettabili – ha sottolineato – non sarà possibile sceglierli».

“Metteteci alla prova”, ha detto invece dal palco Alessandro Di Battista, uno dei volti più noti del movimento, quello che insieme al probabile candidato premier Luigi Di Maio avrà il compito di rappresentare sempre di più idee e programmi, visto che Beppe Grillo ha annunciato di voler togliere il proprio nome dal simbolo.

Next Post

Silvio Berlusconi, primo obiettivo riportare FI all’antico splendore

Mentre Beppe Grillo da Imola annuncia che il Movimento 5 Stelle sarà l’arca di Noè per salvare il popolo italiano da tutte le sue sciagure, non è certo meno pieno di se Silvio Berlusconi, da pochissimo tornato in piena attività sulla scena politica italica, e subito attivissimo, nell’annunciare i suoi […]