Il tribunale di Milano blocca in Italia Uber Pop

Per la prima volta nella sua storia, Uber, volente o nolente è costretto a battere in ritirata, almeno in Italia.

Dopo una dura battaglia, il Tribunale civile di Milano finalmente ha accolto il ricorso fatto qualche settimana fa dall’unione tassisti ed ha disposto il fermo dell’applicazione per mobile UberPop, ed il divieto di erogare i servizi ad essa annessi, che fino ad ora offrivano il noleggio di auto con conducente privato su tutto il territorio nazionale.

Il ricorso, cautelare ed urgente, era stato presentato dalle organizzazioni sindacali e di categoria, locali e nazionali, dei tassisti e dei radiotaxi, assistite da un team legale composto dagli avvocati Marco Giustiniani, Nico Moravia, Giovanni Gigliotti e Alessandro Fabbi, ed ora sembra che la legge gli abbia dato ragione.

Il magistrato ha dato a Uber quindici giorni di tempo per adeguarsi, altrimenti scatteranno le penali: secondo il giudice, Uber Pop non dà vantaggi alla collettività e svolge di fatto l’attività di taxi senza però che gli autisti siano in possesso della licenza, senza contare che l’attività svolta da Uber attraverso Uber Pop “interferisce con il servizio taxi organizzato dalle società, svolto dai titolari di licenze”.

“Oggi è stata posata una pietra miliare che sancisce l’illegalità del servizio Uber Pop – afferma Federico Rolando, portavoce della categoria taxi -. Ci riteniamo parzialmente soddisfatti in attesa che il Governo prenda atto e sia meno pavido nell’allinearsi all’espressione della magistratura milanese”.

1 comment
  1. A me pare un provvedimento delirante.

    La Commissione Europea ha già nei progetti di creare un regolamento comunitario riguardo UberPop, che dovrebbe arrivare tra non molto. A questa sentenza seguirà poi un ricorso, e fino alla fine della vicenda tutto dovrebbe continuare regolarmente.

    Cosa hanno fatto i tassisti in questi anni per migliorare il loro “servizio pubblico”, se non protestare, fare agguati, e lamentarsi perchè pretendono di non avere concorrenza ed inimicarsi l’utenza?

    Nel frattempo UBER continua ad offrire un’app innovativa, un servizio economico, e

    20€ DI CREDITO OMAGGIO

    per provare come funziona ( inserendo nell’app il codice AZ84P12 o registrandosi qui:http://bit.ly/Uber20s ) e tariffe t-r-a-s-p-a-r-e-n-t-i, fornendo il preventivo prima di ogni corsa..

    Strano che la gente voglia avere la possibilità di scegliere eh?:)

Comments are closed.

Loading...
Potrebbero interessarti

Venere: Fasci di luce sembrano impulsi di codice morse

Un astronomo dilettante ha catturato misteriose emissioni luminose con la sua telecamera…

You Tube compie dieci anni

Un miliardo di utenti e dieci anni di successi. Era il 2005…