Immigrati, Mogherini chiede supporto ONU per UE

L’Alto Rappresentante dell’UE, Federica Mogherini, ha chiesto al Consiglio di sicurezza dell’ONU a New York supporto per una missione europea per il contrasto ai trafficanti nelle acque libiche, con la distruzione dei barconi, assieme allo smantellamento dell’organizzazione dei trafficanti, “reti criminali che operano attraverso i confini, che fanno soldi sulle speranze della gente”. Uno smantellamento che deve avvenire con la necessaria collaborazione di sindaci e municipalità locali”. In sintesi si pensa ad azioni militari contro gli scafisti, quindi l’Europa vorrebbe convincere l’ONU ad approvare una risoluzione che le legittimi.

Ma l’ambasciatore libico all’Onu, Ibrahim Dabbashi, in un’intervista all’Ansa ha dichiarato: “Non permetteremo un’operazione militare in Libia. Consentiremo solo un’azione coordinata tra l’Ue ed il governo legittimo di Tobruk, che sia un’azione umanitaria”, sottolineando che “la maggiore preoccupazione è la sovranità della Libia”.

E sempre per l’emergenza e “per evitare che la Libia rischi di diventare la base di insediamenti terroristici che sono una minaccia gravissima, non solo per l’Italia e la Spagna, ma per tutta l’Europa”, anche per il Capo dello Stato Sergio Mattarella l’obiettivo è un’azione concordata delle Nazioni Unite e dell’Unione Europea. Mattarella ha comunque dichiarato ai giornalisti che per intervenire è necessario l’ok della Libia: “Attendiamo le direttive dell’Onu, non faremo nulla contro i libici, occorre il loro consenso”.

Ma il dialogo tra le parti “è complicato” al momento, ha detto Mogherini, sottolineando “che il nostro compito è quello di facilitarlo”.

Dabbashi ha incontrato l’ex ministro degli Esteri con la quale ha parlato degli incontri svolti con tutte le parti libiche a Tunisi e spiegato che tutti capiscono che l’intenzione dell’Ue è quella di lavorare con loro.

Mogherini ha spiegato che c’è bisogno di una collaborazione internazionale perché “Una situazione eccezionale richiede misure eccezionali. Siamo pronti ad agire ma non possiamo agire da soli, abbiamo bisogno di partnership, deve essere uno sforzo comune e globale, dobbiamo lavorare in partnership con la Libia per combattere i trafficanti di migranti”.

“Migranti e profughi non saranno mandati indietro. Voglio essere chiara su questo”, ha continuato Mogherini, aggiungendo che “la Convenzione di Ginevra sarà pienamente rispettata”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Ghiaccio triplicate le perdite in Antartide negli ultimi cinque anni

Gli scienziati stanno esprimendo le loro considerazioni definite “assolutamente terrificanti ” grazie ai…

L’Oreal Paris premia i suoi clienti con 3 prodotti Imetec

L’Oreal Paris, la nota marca che vende prodotti di bellezza e cura…