Istat, nelle esportazioni è il Sud che trascina la crescita

Eleonora Gitto

Dagli ultimi dati Istat si evince che nelle esportazioni verso i paesi esteri è il Sud dell’Italia che trascina la crescita.

Contrariamente a quel che si pensava, cioè che il Mezzogiorno fosse il fanalino di coda un po’ su tutto, invece stavolta il meridione mette a segno dei punti importanti nell’economia.

L’Istat ci racconta dei dati particolarmente positivi in questo senso, dal momento che nel secondo trimestre del 2015 si registra un forte aumento rispetto al primo trimestre.

Per le regioni dell’Italia centrale, l’aumento è del 5%, per le regioni dell’Italia meridionale e insulare l’aumento è del 5,7%.

Non così bene l’Italia nord-occidentale, dove l’incremento è stato del 2,1%, e decisamente male per quella nord-orientale, dove invece c’è stato un decremento delle esportazioni dell’1,5%.

Ci sono inoltre segnali molto positivi anche complessivamente nel primo semestre dell’anno corrente rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Qui l’incremento nell’Italia meridionale è stato addirittura del 7%, un dato considerevole.

A far da traino alle esportazioni sono stati soprattutto gli autoveicoli, nonché i prodotti chimico-farmaceutici e quelli botanici.

Insomma, una serie di dati incoraggianti per l’economia complessiva del Paese, dove, per la prima volta dopo molto tempo, si registrano dati positivi anche e soprattutto per il Mezzogiorno.

Next Post

Marino si difende al ritorno dalla sua vacanza americana

Sono mesi ormai che la polemica impazza intorno al sindaco di Roma, Ignazio Marino: all’indomani dello scoppio del caso di Mafia Capitale, da più parti sono arrivati gli inviti alle dimissioni, e il suo tener duro non è piaciuto a tanti, troppi, che ora non perdono occasione per criticare ogni […]