Kim Kardashian, 16 arresti per il furto subito a Parigi

In un primo momento i giornali di gossip avevano addirittura supposto che la sua fosse solo una montatura, un finto furto orchestrato da lei stessa per truffare l’assicurazione e guadagnare qualche milione di euro, ma a quanto pare la polizia francese è stata più scrupolosa, e non solo ha creduto all’avvenuta rapina ma in queste ore ha fermato le persone implicate.

Kim Kardashian era stata aggredita nella sua camera d’albergo nell’8° arrondissement di Parigi nella notte tra il 2 e il 3 ottobre scorso.

Alcuni uomini vestiti da agenti di polizia avevano fatto irruzione nella stanza dopo aver minacciato il guardiano di notte: la star era stata legata e rinchiusa nel bagno, con i ladri che avevano sottratto soldi e gioielli per un valore complessivo di 9 milioni di euro.

Nelle scorse ore ben sedici persone sono state fermate dalla polizia francese nel quadro delle indagini sulla clamorosa rapina.  A mettere sulla buona strada gli inquirenti, alcuni indizi che i malviventi avevano lasciato nella loro fuga, tra cui un’impronta digitale trovata sul luogo del furto e un ciondolo. Per tutti l’accusa è rapina a mano armata, sequestro di persona e associazione a delinquere.

Tra i fermati c’è anche l’autista che lo scorso ottobre l’ha portata in giro per Parigi prima che venisse derubata: lo riporta Sky News, che cita una fonte non meglio identificata.

La polizia, prosegue l’emittente, sta cercando di stabilire adesso se lo chauffeur ha passato le informazioni sugli spostamenti della star dei social alla banda.

Loading...
Potrebbero interessarti

Gianna Nannini lancia “Hitalia”, il nuovo album con i successi del passato rivisitati in chiave rock

Gianna Nannini è ritornata con un nuovo album, “Hitalia”, una raccolta dei…

Francesco Facchinetti: Il mio albero di Natale gigante!

Periodo natalizio e tutti cominciano a darsi da fare per preparare e…