La carne rossa potrebbe essere considerata cancerogena

La notizia è di quelle destinate a far discutere a lungo: se è vero che in Italia, come nel mondo, il numero di vegetariani e vegani è in continua crescita, è anche vero che la stragrande maggioranza della popolazione mondiale consuma regolarmente carne, e questa notizia quindi non verrà certamente ben accolta.

Il servizio sanitario del Regno Unito, a quanto pare, ha iniziato una vera crociata contro la carne rossa, in quanto è causa di patologie gravi come colesterolo, infarto, e tumori. Insomma, ci sarebbe un nesso tra neoplasie e tumori. Alcuni suppongono addirittura che già da oggi, 26 ottobre 2015, l’Oms deciderà di inserire la carne rossa nell’elenco degli alimenti cancerosi.

Consumare molta carne rossa, per gli studiosi inglesi, ha gli stessi effetti del fumo di sigaretta e dell’abuso di alcol. A destare maggiore preoccupazione sono specialmente alimenti come hamburger, bacon e salsicce.

Nel mirino anche la carne fresca, che rischia di essere inserita nella «enciclopedia dei cancerogeni» ed etichettata come «lievemente meno pericolosa» rispetto ai lavorati industriali. A rivelarlo in anteprima è il quotidiano britannico Daily Mail che cita una «fonte interna ben posizionata» nell’Oms.

La carne in generale contiene grandi quantità di grasso, e c’è il dubbio che il composto che la rende rossa possa danneggiare lo strato interno dell’intestino. Non migliorano la situazione i trattamenti di preparazione e conservazione industriali, dalla salatura all’aggiunta di conservanti chimici, potenzialmente cancerogeni.

Next Post

Gwyneth Paltrow e la bufala della connessione tra tumore e reggiseno

La notorietà ha certamente i suoi pro, primi fra tutti fama e ricchezza, ma quando si diventa personaggi di spicco bisogna anche controllare sempre ogni cosa che si dice, ogni minima dichiarazione, perché si rischia di essere fraintesi, lo sa bene Gwyneth Paltrow che si è trovata al centro di una […]