La fine del BlackBerry? Un mito che lascia con qualche rimpianto

Eleonora Gitto

La fine del BlackBerry? Un mito che lascia con qualche rimpianto.

Ormai ci siamo, la quota di mercato del BlackBerry, il cellulare mito per anni, è al tramonto, subissato da migliaia di altri cellulari della più vari specie.

I conti li ha fatti la società Gartner, la quale riporta che nell’ultimo trimestre del 2016 le vendite del BlackBerry sono state intorno alle duecentomila, una cifra del tutto insufficiente rispetto alle previsioni. Il calo è stato di un ulteriore 0,2% rispetto al 2015.

Solo pochi anni fa, il celeberrimo cellulare era riuscito a conquistare una quota addirittura del 20%. Si parla del 2009.

Ma cosa ne sarà di questo device? E’ stato recitato veramente il De Profundis per il piccolo mito?

Stando ai dati, decisamente sì. Stando, invece, a quel che sta facendo la società canadese non sembrerebbe, visto che ha deciso di partecipare al World Mobile Congress di Barcellona previsto per febbraio.

Questo vuol dire che probabilmente l’azienda non molla, e forse punta su un rinnovamento tecnologico, più che a un nuovo stile del prodotto.

Non c’è dubbio, infatti, che le funzioni del cellulare siano così limitate da non renderlo più appetibile a nessun livello. Staremo a vedere nei prossimi mesi.

Next Post

Fake news, multa da 5mila euro per chi diffonde il falso: il ddl italiano

Parte da 5mila euro la multa che deve pagare chi diffonde notizie false: questo uno dei punti del ddl contro le fake news presentato dalla senatrice Adele Gambaro. “Prevenire la manipolazione dell’informazione online, garantire la trasparenza sul web e incentivare l’alfabetizzazione mediatica”, questo il disegno di legge presentato dalla senatrice […]
Fake news, multa da 5mila euro per chi diffonde il falso: il ddl italiano