La menopausa va affrontata con consapevolezza e serenità

Molte donne vivono male l’arrivo della menopausa: con la fine del ciclo mestruale mensile, molte donne sembrano far coincidere la fine della loro “femminilità”, in un errore che le porta ad affrontare il periodo nel peggiore dei modi, magari evitando di rivolgersi ad un dottore che possa consigliare eventuali integratori o l’alimentazione più corretta da seguire in questa delicata fase di transizione.

La menopausa non deve assolutamente  essere considerata soltanto un “sinonimo dell’invecchiamento”. Proprio contro questo stereotipo si rivolge la campagna: “Menopausa meno… male!” promossa dalla Società italiana di ginecologia e ostetricia (Sigo). Lo scopo dell’iniziativa è quello di aiutare le donne a affrontare l’avvento della menopausa con più consapevolezza e serenità.

Secondo un sondaggio Sigo su circa 2mila donne, il 68% ritiene questo periodo ritiene una fase negativa, soprattutto per i fastidi e i disturbi che ne sono correlati, e il 58% si sente peggio di come stava prima. In più, non tutte sanno che con il climaterio aumenta il rischio di disturbi cardiovascolari, osteoporosi e tumori. Il 35% delle donne ha assunto la terapia ormonale: solo nel 3% dei casi quelle che non lo hanno fatto è perché non hanno disturbi, il 20% pensa che non serva, più del 30% non è stata informata e il 43% ha paura degli ormoni.

«Oggi sappiamo molto di più sulla terapia ormonale sostitutiva, l’unica i cui effetti, nel bene e nel male, sono documentati da molti studi – spiega Francesca Nocera, presidente della Società Italiana di Ginecologia della Terza Età -. Non va prescritta a scopo preventivo o a dieci anni dall’inizio della menopausa, ma subito, e solo, alle donne con sintomi e che non abbiano una controindicazione assoluta agli ormoni, come un pregresso tumore al seno; se la cura è personalizzata e la paziente è seguita per valutarne bene gli esiti, non è pericolosa ma vantaggiosa, specie nelle donne con molte vampate, segno di una maggior fragilità vascolare e quindi indicative di un maggior rischio per cuore e vasi».

Loading...
Potrebbero interessarti

Insonnia, si combatte col latte caldo

Niente paura se si soffre d’insonnia, il segreto sta nel latte caldo…

Rialzo sconsiderato del prezzo per il farmaco contro l’Aids

Qual è il rischio più grande in regime di monopolio? Che l’unico…