La pasta del futuro sarà stampata in 3D

Redazione

Avete proprio letto bene la pasta del futuro sarà stampata in 3D e si potrà mangiare. L’idea è nata durante un meeting con dei ricercatori olandesi del Tno, circa 3 anni fa. La loro idea era sfruttare la stampante in 3D anche per i generi alimentari e la pasta è stato l’alimento che aveva tutte le carte in regola per provare e testare l’efficacia e la corretta riuscita dell’esperimento.

L’ultimo prototipo è giunto la scorsa settimana anche se il progetto ancora non è ultimato: ci vorranno un’altra decina di anni per finire tutto. Michela Petronio ha affermato ciò circa l’esperimento: “La prima volta ci abbiamo messo 20 minuti per stampare un singolo pezzo di pasta. Dopo 2 anni ci mettevano 2 minuti  farne 4, ora siamo vicini e stampare un piatto di pasta in soli 2 minuti”.

 

 

Next Post

Pillole dell'amore in salita negli ultimi anni

Le pillole dell’amore hanno avuto, negli ultimi tempi, una rapida salita: i dati affermano che sono state vendute, fino ad ora, oltre 1,2 milioni di unità. Secondo il recente convegno Best 2015, un meeting tenuto dalla società Italiana di Andrologia, della Società Italiana di Andrologia e Medicina Sessuale e della […]