Lady Gaga, l’incontro col Dalai Lama le costa la black list

Dopo i Maroon 5, Bjork e Oasis, ora è toccato anche a lei: Lady Gaga è stata bandita dalla Cina dopo l’incontro con il Dalai Lama.

Grazie per questo giorno speciale. La scienza ci dice che la gentilezza migliora la salute, prendiamo cura del corpo della nostra nazione”, aveva scritto lei stessa sui social qualche giorno fa, dopo aver incontrato personalmente il Dalai Lama, ma l’evento le è costato parecchio.

La cantante pop americana ha incontrato il leader spirituale tibetano in occasione della Conferenza americana dei sindaci che si è svolta ad Indianapolis e incentrata sui temi della compassione e della carità.

Come riportato dal quotidiano locale, Apple Daily, dopo la notizia, Lady Gaga è stata ufficialmente indicata come elemento ostile per il continente cinese e ai siti web sarebbe stato chiesto di impedire streaming e uploading di tutta la sua discografia.

Le autorità di Pechino da sempre considerano il monaco tibetano come un “lupo in abiti da monaco che è a favore dell’indipendenza del Tibet dalla Cina” e per questo tutto ciò che lo riguarda viene disprezzato.

Lady Gaga non è l’unica star della musica non gradita a Pechino: anche a Miley Cyrus, Maroon 5 e Jay Z è vietato esibirsi in Cina.

Next Post

Una mamma per amica, una lunga maratona su Netflix

I milioni di appassionati e fans dovranno pazientare ancora un po’, dato che la nuova stagione di Una mamma per amica, Gilmore Girls: A Year in the Life, sarà disponibile su Netflix solo verso la fine di quest’anno, ma la stessa piattaforma di streaming mette a disposizione un’occasione assolutamente imperdibile. Dal primo luglio […]