Lampedusa, 17 clandestini morti per il freddo nel Canale di Sicilia

Ennesima tragedia della disperazione nel Canale di Sicilia, a circa 150 miglia a sud di Lampedusa. 17 clandestini sono morti su un gommone, così quello che doveva essere un viaggio della speranza si è trasformato in un viaggio della disperazione e della morte. 16 di loro sono morti per ipotermia e disidratazione, un altro clandestino è morto per un edema polmonare. Una volta lanciato l’Sos sono intervenuti due motovedette della Guardia costiera ed il rimorchiatore civile “Burbon Argos”.

Sul gommone erano presenti in tutto 75 persone, tra cui una in gravi condizioni di ipotermina è stata trasportata con un elicottero della nave militare “Etna” all’ospedale di Lampedusa. Gli altri superstiti invece sono stati fatti salire prima sulla nave “Orione” e poi sull'”Etna”. I corpi senza vita delle persone decedute sono invece stati trasferiti su una motovedetta della Guardia Costiera a Porto Empedocle.

Soltanto nelle ultime ore nel Canale di Sicilia le navi della Marina Militare sono state costrette a soccorrere ben 278 migranti, ed il flusso di clandestini provenienti dalle coste africane non sembra avere intenzione di smettere. Il pattugliatore “Cigala Fulgosi” e la corvetta “Driade” hanno intercettato due barconi, con a bordo rispettivamente 102 e 100 clandestini. Anche loro sono stati trasferiti successivamente sulla nave militare “Etna”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Facebook, articoli e news in arrivo direttamente in bacheca

La notizia era nell’aria da diversi mesi, ma solo in queste ore…

Olimpiadi 2024, anche Roma tra le candidate: la fiducia di Renzi e Malagò

Roma è la prima candidata ufficiale ad ospitare le Olimpiadi 2024. Lo…