Laurie Anderson rende omaggio al marito scomparso con la pellicola “Heart of a Dog”

Redazione

Ha avuto inizio lo scorso 2 settembre e si concluderà il prossimo 22 settembre 2015 la settantaduesima edizione della Mostra Internazionale d’arte cinematografica che sta avendo luogo proprio nella città di Venezia diretta da Alberto Barbera e organizzata dalla Biennale presieduta da Paolo Baratta. Sono state tante le pellicole in concorso presentate in questi giorni e tra queste vi troviamo “Heart of a Dog” diretto dalla celebre performance artist, musicista e scrittrice statunitense Laurie Anderson che, ha voluto dedicare tale pellicola al compagno di una vita,ovvero il celebre cantautore, chitarrista e poeta statunitense Lou Reed scomparso nell’ottobre del 2013.

E proprio Laurie Anderson ha parlato della pellicola dichiarando “Questo è un film sull’amore e ho pensato che potesse essere una cosa meravigliosa per Lou poter descrivere la sua definizione d’amore che abbraccia l’immagine del tempo che gira e si muove in ogni direzione. Lou è presente nel film in molti modi, intanto perché fa parte di molte delle storie che vengono raccontate poi ha interpretato un ruolo nel film, è uno dei dottori nella scena che si svolge all’ospedale”. È stato molto divertente perché abbiamo avuto un’intera ala ospedaliera completamente vuota a nostra disposizione per giocare con tutti i suoi macchinari”.

La regista ha continuato affermando “Ma soprattutto nel film c’è lo spirito di Lou, la sua fierezza, noi spesso discutevamo del concetto di forza e come si possa esprimere semplicemente questo concetto. Spero di esserci riuscita con Heart of a Dog”.

Next Post

Grande successo e forti applausi a Venezia per "Sangue del mio sangue"

E’stata presentata in concorso alla 72ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia che ha avuto inizio lo scorso 2 settembre e che si concluderà il prossimo 12 settembre, la pellicola del film del 2015 diretto dal celebre regista, sceneggiatore e produttore cinematografico italiano Marco Bellocchio ed intitolato “Sangue del mio […]