Lavoro, gli italiani emigrano in Austria

Eleonora Gitto

Molti provano a trovare lavoro all’estero e l’Austria sembra essere tra le mete preferite degli italiani.

Il fenomeno dell’emigrazione per motivi di lavoro è in atto nel nostro Paese ormai da diversi anni.

Certo, forse non si tratta di persone disperate come lo erano un secolo fa, o giù di lì, quando ci si imbarcava al porto di Genova e si proseguiva col bastimento verso le Americhe.

Tuttavia, aerei o meno, difficoltà o meno, disagi o meno, sempre di emigrazione si tratta.

Ci si si posta dal nostro Paese per stare meglio, per trovare un’occupazione la più sicura possibile, per migliorare considerevolmente le condizioni di vita.

Ed ecco che come prospettiva c’è anche l’Austria, il nostro vicino a nord-est, il Paese dell’organizzazione, della pulizia, dei paesaggi alpini.

I settori trainanti in Austria sono il manifatturiero, il commercio all’ingrosso e al dettaglio, la riparazione di veicoli, i servizi immobiliari, l’edilizia e i servizi socio-sanitari.

In Austria il tasso di disoccupazione è più alto fra i lavoratori con più bassa scolarità.

Questo vuol dire che si cerca non manodopera generica o impiegati generici, bensì un alto tasso di specializzazione e un livello di scolarità medio e alto. Con preferenza ovviamente per la laurea e i diplomi specialistici.

Next Post

Crisi del lavoro in Usa nel 2014

Nel 2014 c’è stata una vera e propria crisi del lavoro negli Usa.  Si pensava, forse sbagliando, che funzionando l’economia in quel grande Paese, anche il mercato del lavoro potesse funzionare meglio. Almeno rispetto a quello europeo. E invece no. Se l’economia in generale negli Usa, rallentamento a parte, non […]
Crisi del lavoro in Usa nel 2014