Lavoro, il reddito di inclusione per due milioni di poveri
Lavoro, il reddito di inclusione per due milioni di poveri

Lavoro, il reddito di inclusione per due milioni di poveri.

A Palazzo Chigi è stata firmata l’intesa fra il Presidente del Consiglio Gentiloni, il Ministro del Lavoro Poletti e Alleanza contro la povertà.

Si tratta di un fondo complessivo di 1,8 miliardi di euro a favore di circa due milioni di poveri.

Sono fino a 485 euro per le famiglie sotto la soglia di indigenza.

Ha detto Gentiloni in proposito: “E’ un primo risultato ma è anche la prima volta che l’Italia si dota di uno strumento universale. La crisi che abbiamo attraversato, la più grave dal dopoguerra, ci ha lasciato un incremento della povertà. Ci sono 1,5 milioni di famiglie povere. Chi governa deve riconoscere il problema”.

Il reddito di inclusione per due milioni di persone è un impegno per la dignità e la libertà dal bisogno.

Ora il Governo deve approvare il relativo decreto. Dice Poletti: “Adesso il compito del Governo è di approvare rapidamente il Decreto di attuazione. Il testo è pronto, arriveremo rapidamente con i passaggi che la legge ci impone per realizzare questo strumento. Faremo anche un intervento per potenziare i centri per l’impiego, incrementandoli con 600 persone”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Cgia, senza Tasi e Imu le tasse patrimoniali calano del 10%

Senza Tasi e Imu, le imposte che il Premier Renzi ha promesso di…

Navigator, pubblicato il tanto atteso bando

Nelle scorse ore l’Inps ha cominciato le sue comunicazioni ufficiali: con e-mail…