Lavoro, Inps: 469mila posti in più in 9 mesi
Lavoro, Inps: 469mila posti in più in 9 mesi

Sono incoraggianti i dati sul lavoro in Italia pubblicati nell’ultimo Rapporto dell’Inps sul precariato: da gennaio a settembre 2015 si sono registrate 469mila nuove assunzioni a tempo indeterminato.

In effetti, in nove mesi sono stati sottoscritti 1,33 milioni di nuovi contratti.

I 469mila sono il saldo ottenuto sommando questi nuovi 1,33 milioni di contratti a tempo indeterminato, ai 371mila a tempo determinato trasformati in tempo indeterminato, e sottraendo 1,23 milioni di posti di lavoro persi o cessati.

Si tratta di un saldo che evidenzia la crescita dell’occupazione in Italia.

Se si considerano anche le altre forme contrattuali come apprendistato, lavori a tempo determinato, part time e altro ancora, si ha un saldo che si attesta intorno a 600mila nuove assunzioni.

Questo trend positivo in parte si deve alla decontribuzione dei nuovi contratti stabili, misura introdotta dalla Finanziaria del 2014.

E’ l’Inps stesso a sottolineare che più di 900.000 assunzioni stabili, sono state possibili grazie alle agevolazioni contributive previste dalla Legge di Stabilità per il 2015.

Le nuove assunzioni sono 703.890 mentre le trasformazioni di contratti a termine sono 202.154.

A quanto pare, grazie agli incentivi, il lavoro in Italia si sta spostando verso il lavoro a tempo indeterminato.

In particolare, le regioni in cui si sono registrate più assunzioni sono Friuli Venezia Giulia, Umbria e Piemonte con variazioni che vanno dal +82% al +54%.

Le regioni che hanno fatto registrare risultati peggiori sulle assunzioni stabili sono Sicilia (+10,8%), Puglia (+15,8%) e Calabria (+17,1%).

Le regioni del Sud, evidenzia l’Inps, in quanto a nuova occupazione si trovano molto al di sotto della media nazionale che si attesta al +34%.

Loading...
Potrebbero interessarti

Pordenone, una fiera per trovare lavoro

A Pordenone, in Friuli, giovedì 5 e venerdì 6 novembre si terrà…

Poste, accordo rivoluzionario: consegna della posta a giorni alterni

L’azienda Poste Italiane ha firmato un accordo rivoluzionario con i sindacati che…