Lecce, ubriaco e drogato travolge e uccide due 16 enni

Le campagne che invitano a far attenzione quando si è alla guida, evitando di usare cellulari, e di assumere qualsiasi tipo di sostanza che possa alterare le funzioni cognitive, diventano quanto mai reali e significative quando ci si trova dinanzi a tragedie del genere.

Due ragazzi di 16 anni sono morti sabato notte dopo essere stati tamponati a bordo del loro ciclomotore: vittime del tamponamento sono Giorgio Sabato, di Nardò, che è morto sul colpo, e Alex Giuseppe Furio, di Copertino, che è deceduto poco dopo il ricovero nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce. L’incidente è avvenuto a Melendugno-Torre dell’Orso, sulla litoranea salentina.

I due ragazzi frequentavano il terzo anno dell’istituto professionale ‘Moccia’ di Nardò (Lecce), con indirizzo alberghiero: a mettere fine in modo così tragico alla loro giovane vita è stato Jacopo Lorusso, 33enne di origini baresi, lavoratore stagionale in un lido della zona, che era alla guida dell’auto che ha travolto i due ragazzi, ed è ora in stato di arresto.

All’uomo infatti è stato riscontrato un tasso alcolemico di 1,01 milligrammi e positività alla cocaina: è quindi accusato di duplice omicidio colposo per alterazione alcolica e da stupefacenti.

Il bilancio dell’incidente sarebbe potuto essere ben più grave. Un secondo motorino, che stava viaggiando insieme al primo, è stato tamponato, fortunatamente in maniera lieve.

Next Post

Epa contro Volkswagen: "bara sulle emissioni"

Stati Uniti. L’Epa, l’Eviromental Protection Agency, l’agenzia federale per la protezione ambientale, ha accusato la Volkswagen di aver ingannato le autorità americane violando le norme antismog in vigore negli Usa, per questo la casa automobilistica tedesca rischia una multa salatissima, di almeno 18 miliardi di dollari, secondo il Wall Street […]