Legambiente boccia16 spiagge campane
legambiente-campania

Legambiente boccia 16 spiagge campane per la sporcizia.

Nell’operazione spiagge pulite, un’indagine altrimenti denominata Beach litter, sono state scandagliate aree per circa trentamila metri quadri.

Nell’indagine sono stati rinvenuti quasi diecimila rifiuti spiaggiati. Vale a dire una media di oltre 500 rifiuti ogni 100 metri.

A farla da padrona, purtroppo, la plastica, che costituisce quasi il 70% dei rifiuti. Complessivamente sono stati individuati e rimossi oltre 6300 rifiuti.

Un altro pessimo primato è stato raggiunto proprio in Campania: praticamente la metà dei mozziconi di sigarette rinvenuti nelle varie spiagge d’Italia, sono stati trovati in Campania.

Purtroppo, questo testimonia di un alto grado di inciviltà.

Dice Antonio Gallozzi, direttore di Legambiente Campania: “La lista delle schifezze abbandonate che possono rovinarci il gusto di una bella passeggiata al mare è molto lunga.

Un’aggressione continua e insopportabile ai danni del nostro mare e delle nostre coste cui è impossibile rimanere indifferenti”.

“Tre giorni di grandi pulizia – continua il direttore – perché il mare e le spiagge non sono terra di nessuno, ci appartengono. Il senso di questi giorni di grandi pulizie sta proprio nel ribadire la necessità di impegnarci tutti in un’operazione concreta che deve diventare quotidiana e sistematica: raccogliere e smaltire tutti i rifiuti in maniera differenziata”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Giochi online, la storia e l’evoluzione

Il mondo del gioco a pagamento è sempre stato di successo in…

Rinnovabili: biogas, Italia terzo produttore del mondo

L’Italia delle rinnovabili: nella filiera del biogas siamo il terzo produttore del…