Legambiente, Venezia rischia di essere sommersa dai rifiuti

Di certo non è un bello spettacolo quello a cui i turisti devono assistere, mentre ammirano la laguna: purtroppo nella laguna, oltre alle gondole, galleggiano anche sempre più rifiuti, ad inquinare uno dei luoghi più meravigliosi del mondo.

A lanciare l’allarme  Legambiente, che nell’ambito della campagna Don’t Waste Venice, ha potuto constatare come  nei canali della Giudecca sono stati raccolti più di cinquecento rifiuti galleggianti in sette chilometri: in media uno ogni tredici metri.

Scendendo nel dettaglio dei primi risultati della campagna, i contenitori di liquidi rappresentano più del 25% del totale di rifiuti raccolti; molto diffusi anche i frammenti di plastica e polistirolo (16%) e le parti di imballaggi (12%). Mozziconi, pacchetti di sigarette e accendini costituiscono il 9% degli oggetti trovati, mentre i sacchetti di immondizie, pieni e vuoti, ammontano al 6% del totale.

Certamente, commentano da Legambiente, una parte di questa spazzatura viene generata direttamente in loco e quindi è dovuta alla cattiva abitudine di molti di gettare in mare bottigliette di plastica ma anche sigarette, ma comunque una buona parte dell’immondizia viene trasportata dalle correnti e quindi si tratta di materiale di scarto che risale l’Adriatico e e si ferma, chiaramente, in laguna.

Ora bisognerà vedere quali provvedimenti verranno presi a riguardo.

Loading...
Potrebbero interessarti

Cina, le emissioni di carbonio sono inferiori alle stime

L’allarme era stato lanciato, l’ultima volta, solamente qualche settima fa, ma sono…

Apple Watch il più grande guadagno di Cupertino

Secondo Tim Cook sono delle stime “inaccurate”, fatto sta che nelle ultime…