Legge Severino non vale per Vincenzo De Luca

Certo la legge italiana non è applicata ad personam, eppure si stenta a crederlo dinanzi alla vicenda che vede protagonista il neo governatore della Campania, Vincenzo De Luca, che è riuscito ancora una volta ad averla vinta.

Esiste una legge, la Severino, che prevede che le persone condannate definitivamente non possano occupare cariche pubbliche né governare, ma questo non vale per De Luca, che una condanna ce l’ha, a tre anni, ma può comunque svolgere le sue mansioni da governatore.

Il tribunale di Napoli ha accolto nelle scorse ore il ricorso di Vincenzo De Luca, confermando la sospensione del decreto governativo che lo sospendeva dall’incarico: gli atti del tribunale partenopeo saranno inviati alla Corte Costituzionale che, in autunno, dovrà esprimersi circa alcuni aspetti di legittimità costituzionale della Severino.

Il Tribunale civile, come è spiegato nel provvedimento depositato, ha accolto ”provvisoriamente la domanda cautelare” sospendendo gli effetti della legge Severino, ”fino alla ripresa del giudizio cautelare successiva alla definizione delle questioni di legittimità costituzionale”. La causa civile è quindi stata sospesa e solo in seguito alla decisione della Corte Costituzionale il procedimento civile potrà eventualmente ripartire.

Sono molto soddisfatto per la decisione del Tribunale di Napoli, che ha confermato la sospensione del Decreto adottato dal Presidente del Consiglio ai sensi della legge Severino. – ha commentato De Luca – La grande sensibilità giuridica del collegio partenopeo ha ampliato i temi di dubbia costituzionalità rimessi al vaglio della Corte. Una bella pagina di giustizia a tutto merito della magistratura napoletana, cui rendo onore”.

Potrebbero interessarti

Roma, custode 84 enne aggredisce la vicepreside con un forcone

Uno scoppio di violenza improvvisa, ancora inspiegabile, quello che si è verificato…

Favara, cade una parte del soffitto e ferisce alunno disabile

La riforma della Buona scuola punta tutto sul riformare le materie di…

Trieste, città divisa tra CasaPound e antifascisti

Per fortuna alla fine il bilancio è stato più che positivo: tutti…

L’unione europea ha deciso il ricollocamento di soli 35mila migranti

Una piccola goccia, in un mare di disperazione: i 28 membri dell’unione…