L’Italia non è un paese per giornalisti

Redazione

Per Reporter senza frontiere l’Italia è a 73 posto per quanto riguarda la libertà di stampa. Un paese in recessione che scivola in fondo alla classifica della libertà di stampa. Tempi bui nel paese della pizza , del sole e del mandolino, per i giornalisti di quotidiani e periodici on line e cartacei. 

Nel giro di un anno il nostro paese perde, nella classifica che viene stilata ogni anno da Reporter senza frontiere , ben ventiquattro postazioni. 

La classifica al centro dello studio messo a punto da Rsf è stata presentata nella giornata di ieri dall’Ordine Nazionale dei Giornalisti.

Una classifica che lascia l’amaro in bocca. “L’Italia –  scrivono quelli di Reporter senza Frontiere – perde 24 posti e scivola al 73/o gradino della classifica della libertà di stampa  dopo un anno difficile per i giornalisti, per cui le minacce da parte della mafia, tra gli altri, e le cause per diffamazione ingiustificate sono molto aumentate”.

Next Post

Terra dei fuochi interdetti alcuni terreni

Lo stop all’agricoltura in alcune aree della Terra dei Fuochi arriva con un decreto firmato dal  Ministro delle politiche agricole, Maurizio Martina, dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, e dal Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. Il provvedimento interministeriale  firmato dai tre ministri del Governo guidato dal premier Matteo Renzi ha […]