Londra, Cameron su Corbyn: minaccia la sicurezza nazionale

Eleonora Gitto

A Londra il Premier inglese Cameron interviene sul nuovo leader laburista Jeremy Corbin, dicendo che minaccia la sicurezza nazionale.

Una presa di posizione francamente un po’ fuori dalle righe.

Forse un poco invidioso del successo del suo rivale, Cameron interviene in maniera scomposta con un tweet dicendo che il Labour rappresenta una minaccia per la sicurezza nazionale, per l’economia, e la sicurezza delle famiglie.

Mancava che dicesse che è affiliato all’Isis, e avrebbe chiuso il cerchio. In realtà Jeremy Corbin probabilmente incarna e copre un vuoto, un buco, all’interno del corpo sociale inglese, di rappresentatività.

Non si tratta di essere comunisti o estremisti, si tratta semplicemente di una tutela di tipo civile e sociale che sempre più viene a mancare a centinaia di migliaia di famiglie inglesi.

Prova ne sia l’aumento dei tesserati al partito laburista, che è in continua crescita negli ultimi mesi.

E non c’è dubbio che questo intervento inappropriato e scomposto, probabilmente risente anche dell’influenza della lobby ebrea inglese, e non solo, dal momento che da Israele fanno sapere che “Corbyn è un socialista anti-israeliano”.

Sarà pur vero, ma è sempre meno pericoloso un leader estero anti-israeliano del vero nemico d’Israele nei secoli: se stesso.

Next Post

Toscana, paura per un terremoto nella notte di sabato

Per fortuna non sono stati registrati danni a persone e cose, ma di certo è stata una nottata di paura quella che ha vissuto la Toscana, dove si è avvertita chiaramente una scossa di terremoto. Il Chianti ha tremato alle 3.4 di stanotte quando è stata avvertita chiaramente una scossa di terremoto […]