Londra, quattro ore nuda sul tetto per una performance artistica

Di certo si è lontani anni luce dal concetto classico di arte, quello classico o romantico che hanno imperato in Italia e nel mondo qualche secolo fa, eppure chi decide cosa è arte e cosa non lo è?

Ma soprattutto chi decide dove finisce l’arte e inizia la mera provocazione se non addirittura il cattivo gusto? Noi non abbiamo di certo le competenze adatte per esprimerci, e di certo non le possedevano neppure i cittadini londinesi che si sono ritrovati dinanzi a una performance a dir poco “alternativa”.

Quattro ore a gambe divaricate e senza indossare alcun vestito su un tetto londinese: è questa la singolare installazione artistica che ha incuriosito centinaia di persone che si trovavano ad attraversare una frequentata via dell’East End di Londra. La performance artistica è stata portata a termine da una giovane artista inglese, Poppy Jackson, non nuova a questo genere di iniziative.

Le immagini, riprese dalla stampa internazionale, sono state pubblicate da Raquel Rodrigues, che su Twitter scrive: “Right now at #toynbeehall. What’s happening? #nakedwomanonroof”.

Non credendo ai suoi occhi, essendo mattino presto, Raquel racconta che: “Ci ho messo un po’ a scoprirlo, pensavo fosse una pazza, credevo avesse freddo. Solo dopo ho capito che era una installazione vivente”. Solo dopo almeno quattro ore ha scoperto che si trattava in un’opera artistica di Evening Standard che aveva messo lì la modella, lasciandola sul tetto in quella scomoda posizione per ore nell’ambito del Festival ai Toynbee Studios che si trovano nello stabile sottostante.

Loading...
Potrebbero interessarti

Elvis Presley è vivo, la prova nelle sue proprietà

Riemerge ancora una volta la teoria che riguarda la morte di Elvis…

Fabrizio Corona la verità sul fidanzato della sua ex Nina Moric

Lo avevamo lasciato mentre tirava in ballo la sua ex compagna Belen…