Luca Zaia, via gli immigrati dalle zone turistiche venete

La questione immigrazione nelle ultime settimane è tema caldissimo in tutta Italia, ma soprattutto nelle regioni del nord Italia, dove l’impronta della Lega Nord e del suo pensiero si sente forte e chiara.

Dopo l’annuncio rivolto alle regioni del Nord da Roberto Maroni, che intimava in pratica ai sindaci di non accogliere più migranti nei loro comuni, è la volta del Governatore del Veneto, Luca Zaia ed anche lui, neppure a dirlo ci va giù pesante.

Il governatore, cavalcando anche l’acceso dibattito politico in atto sulla questione dell’immigrazione clandestina, ha scritto ai prefetti della sua Regione, invitandoli a mandare via subito tutti i profughi attualmente collocati nelle località turistiche del Veneto e a evitare nuove allocazioni.

“Il Veneto, ha scritto Zaia ai Prefetti della Regione nella sua lettera, è la prima Regione turistica d’Italia e la sesta d’Europa, con 63 milioni di presenze (il 15% del volume nazionale), con 17 milioni di fatturato annuo compreso l’indotto”, ed è proprio per questo che urgono sgomberi immediati.

“Gli annunci delle ultime ore – aggiunge – che individuano strutture ricettive e turistiche, oltre ad immobili di privati cittadini, nelle zone del litorale veneto e del bacino termale euganeo quali sedi in cui allocare gli ultimi arrivi di immigrati, seguiti da episodi di vero e proprio ‘scarico’, avvenuti recentemente nel trevigiano e nella zona dei Colli nel padovano, stanno facendo montare la protesta delle comunità locali, dei Sindaci dei Comuni minacciati e degli operatori turistici, i quali, attraverso le loro Organizzazioni di categoria, mi hanno rivolto un accorato appello in difesa dei territori e della stagione turistica. Una stagione che, iniziata sotto una congiuntura favorevole, rischia, a causa degli allarmismi derivanti da una simile situazione di emergenza, di venire irrimediabilmente compromessa”.

1 comment
  1. L’ESSENZA DEL PIANO KALERGI
    PORTATELI IN ARABIA SAUDITA E IN SUD AFRIKA DAI FRATELLI MUSULMANI PIU’ RICCHI DEL MONDO
    Nel suo libro «PraktischerIdealismus», Kalergi dichiara che gli abitanti dei futuri “Stati Uniti d’Europa” non saranno i popoli originali del Vecchio continente, bensì una sorta di subumanità resa bestiale dalla mescolanza razziale. Egli afferma senza mezzi termini che è necessario incrociare i popoli europei con razze asiatiche e di colore, per creare un gregge multietnico senza qualità e facilmente dominabile dall’elite al potere. https://secure.avaaz.org/it/petition/AL_GOVERNO_ITALIANO_UN_REFERENDUM_CHE_PERMETTA_AGLI_ITALIANI_DI_DIRE_SI_O_NO_AI_MIGRANTI/edit/

Comments are closed.

Loading...
Potrebbero interessarti

Monsignor Galantino, perché Salvini non può parlare?

Monsignor Galantino, dall’alto del suo pulpito, critica aspramente gli scontri e i…

Don Librizzi condannato a 9 anni di carcere

Don Sergio Librizzi è stato condannato a 9 anni di carcere. L’ex…