Luca Zingaretti riporta Montalbano nuovamente in tv

Non una fatica la sua, quella di dedicarsi anima e corpo ad un personaggio ormai amatissimo dal grande pubblico televisivo, ma un vero e proprio onore: il Commissario Montalbano torna in tv, con due nuovi episodi, il 27 febbraio e il 6 marzo, e in primavera ne saranno girati altri due che andranno in onda il prossimo anno, per la gioia del suo interprete, Luca Zingaretti.

E con questi si arriva a trenta, tutti replicati più volte con uguale successo, e che verranno ancora riproposti fino al 1° maggio, dopo i due nuovi: un successo crescente, che dura da quasi un ventennio, dato che i primi episodi sono andati in onda nel 1999.

Del resto, il commissario Montalbano «è un classico, riflette emozioni e brividi che restano. Camilleri non racconta dei gialli, ma il nostro mondo. Noi siamo ancora qua abbiamo parlato al cuore della gente e il cuore della gente ci ha voluto ascoltare, bontà sua», ha detto Luca Zingaretti.

«Sono un attore curioso con la voglia di cambiare personaggio, e lo faccio, al cinema e a teatro. Ma è anche una fortuna poter seguire un personaggio per 18 anni con un gruppo di amici e uno scrittore che ha raccontato il nostro mondo nei suoi cambiamenti in maniera mirabile tra ombre e luci. Certo, dipende dal pubblico ma finché mi continuerò a divertire sarò felice di continuare ad andare a trovare questo vecchio amico che vive nel cuore della Sicilia per vedere come cambia il suo mondo», ha poi aggiunto.

Per Zingaretti, infine,  “Montalbano ha ispirato tanti autori e registi. Un prodotto che arriva dalla letteratura ha una marcia in più. Quando ho cominciato a interpretarlo” racconta l’attore “aveva 50 anni e io 36. Oggi ne ho 55. Da un punto di vista drammaturgico, non si è fatto finta di avere sempre 36 anni. Il commissario è un uomo libero, un uomo di legge con un lato anarchico: mi piacerebbe assomigliargli. E’ un simbolo dell’italianità ma ha conquistato il mondo, mi è capitato di vedermi doppiato in altre lingue. Fa un po’ impressione… Nei paesi dove Montalbano non è stato doppiato, c’è stato un successo più grande. Camilleri ha costruito un personaggio che caccia via dal suo letto donne meravigliose. Quale attore non avrebbe il piacere di interpretarlo?”.

Potrebbero interessarti

Uomini e Donne, la De Filippi alla ricerca di tronisti gay

Uomini e Donne è finito appena da una mangiata di giorni, eppure…

Anticipazioni, Tutto può succedere, sesta puntata Rai Uno

Domenica 24 gennaio andrà in onda la sesta puntata della fiction, Tutto…