M5S, Grillo eliminato dal simbolo

Eleonora Gitto

Nel simbolo del Movimento 5 Stelle, M5S, il nome di Grillo sparisce.

In un’appassionata, quanto futile, difesa dei consensi elettorali del Movimento, il Fatto

Quotidiano tenta di spiegare che quello che il Movimento perderà in termini di notorietà di Beppe Grillo, riconquisterà altrove.

Ma non si capisce dove. Anzi, si dice che acquisirà i voti di quelli che non sopportavano Grillo, che controbilanceranno quelli che non distingueranno più il movimento perché non c’è più il comico.

Ma la tesi è quanto meno azzardata, se non ridicola. Il movimento è Beppe Grillo e basta.

Nel momento in cui il suo leader sparisce da un logo, da un simbolo o quant’altro, semplicemente, vista l’identificazione, diminuiscono i consensi.

Il punto vero è di capire di quanto possano diminuire. Probabilmente di un due-tre per cento. Al momento, quindi, i pentastellati potrebbero attestarsi sul 25% contro il 32-33% del Pd.

Comunque il 25% è un risultato di tutto rispetto, perché rappresenta un elettore su quattro.

Così come lo è il 33%, che comunque rappresenta un elettore su tre. Sempre che i sondaggi siano attendibili, ovviamente; cosa che di questi tempi.

Ma vedremo alla prova del nove, alle prossime elezioni utili.

Next Post

Roma, Papa Francesco nella Sinagoga il 17 gennaio 2016

Papa Francesco visiterà la Sinagoga di Roma il prossimo 17 gennaio 2016. Stavolta Bergoglio non andrà lontano, e il tragitto per recarsi oltretevere, visto il suo carattere, potrebbe farselo anche a piedi. Ma ovviamente non glielo consentiranno per motivi di sicurezza, visti i tempi. La vicinanza non è però solo […]
Roma, Papa Francesco nella Sinagoga il 17 gennaio 2016