M5S in piazza per chiedere le dimissioni di Ignazio Marino

L’inchiesta Mafia Capitale sta andando avanti a mietere vittime più o meno illustri, ma la battaglia non si sta svolgendo solo tra caserme e tribunali, ma anche in piazza e al Quirinale, per chiedere che i politici coinvolti rassegnino le dimissioni e lascino la propria carica di rappresentanti dei cittadini, che per la loro condotta equivoca non meriano più.

In particolare nel mirino è il sindaco di Roma, Ignazio Marino: decine e decine di rappresentanti e militanti del Movimento 5 Stelle e della lista Marchini si sono radunati nella piazza sotto il Campidoglio per chiedere le dimissioni del sindaco Ignazio Marino dopo i nuovi arresti legati all’inchiesta su Mafia Capitale che coinvolgono anche esponenti del Partito democratico romano.

‘Bella Roma che riparte, senza Marino’, ‘Marino lo sai che le scuole cadono a pezzi?’, ‘Marino Roma è sporca’: questi i toni dei cartelli comparsi, sventolati al grido di “Onestà” M5S.

Intanto due consiglieri della Lista Marchini hanno annunciato l’autosospensione dai lavori dell’Aula fino alle dimissioni del sindaco. “Non partecipiamo al consiglio comunale che non è in grado di svolgere serenamente il proprio lavoro – spiega il capogruppo Alessandro Onorato – I gravi scandali e l’incapacità di questa amministrazione di governare Roma hanno messo in ginocchio la città. Chiediamo le dimissioni del sindaco e un nuovo inizio che possa restituire la speranza ai romani. Serviva un atto di coraggio di fronte all’immobilismo del Pd. Non siamo stati eletti per scaldare le poltrone mentre la città sprofonda”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Nubifragio a Palermo, strade allagate, danni e feriti

Se, come si affannano a ripetere gli esperti, questa è una della…

Quagliariello, appare definitiva la rottura con Angelino Alfano

Non è solo Forza Italia a perdere pezzi, né solamente il Pd…