Madonna, Bon Jovi e Springsteen tutti a sostenere Hillary Clinton

Il fatidico momento è arrivato e milioni di americani sono chiamati a scegliere il loro prossimo presidente tra Hillary Clinton e Donald Trump, dopo una campagna elettorale a dir poco infuocata.

E neppure la conclusione è stata da meno, con i più grandi artisti del paese che sono scesi in campo, in supporto per la maggior parte della candidata femminile.

Hillary Clinton, accompagnata da Michelle e Barack Obama, dal marito Bill e dalla figlia Chelsea, ha chiuso la campagna elettorale con un bagno di folla, di fronte a 33.000 persone riunite all’Indipendence Mall di Filadelfia.

Due degli idoli musicali più amati dagli americani, Bon Jovi e Bruce
Springsteen, si sono esibiti dinanzi alla folla estasiata, non nascondendo il loro appoggio alla candidata.

«Clinton – dice il Boss – rappresenta una visione dell’America in cui tutti contano e il risultato di domani sarà chiaro, le idee di Trump affonderanno». «È un uomo la cui visione è limitata a poco oltre se stesso – ha detto ancora Springsteen – che ha una profonda mancanza di pudore, che gli permetterebbe di dare priorità ai propri interessi e al proprio ego prima di darla alla democrazia americana. Domani queste idee e questa campagna cadranno».

Madonna a sua volta è scesa in campo a New York, con un concerto a sorpresa all’aperto: imbracciata la chitarra acustica, ha eseguito alcune delle sue più celebri hits e ha lanciato il suo messaggio per la prima donna presidente: “per quanto mi riguarda, viviamo ancora in un Paese ancora estremamente sciovinistico, sessista, misogino e per questo Hillary Clinton deve essere presidente”.

Next Post

Zucchero, una canzone in memoria delle stragi di Parigi

Le stragi dello scorso novembre a Parigi resteranno per sempre indelebili nella memoria collettiva, non solamente per le vittime innocenti ma soprattutto per il loro carico simbolico, mostrando per la prima volta quanto l’occidente così moderno e avanzato nulla abbia potuto contro la follia e il fanatismo religioso che ancora […]